COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Uretrocistografia


Che cos’è l’uretrocistografia?

L’uretrocistografia è una tecnica radiologica per pazienti maschi che permette di analizzare, grazie all’uso combinato di un mezzo di contrasto e dei raggi X, la morfologia e la funzionalità della vescica e dell’uretra. L’esame si divide in due parti: l’uretrografia retrograda e la cistouretrografia minzionale.

A cosa serve l’uretrocistografia?

L’uretrocistografia serve a studiare disturbi funzionali della minzione, identificare la presenza di anomalie morfologiche come stenosi o diverticoli uretrali, valutare la presenza di un possibile reflusso vescicoureterale alla base di infezioni ripetute ai reni e scoprire le possibili cause alla base dell’incontinenza urinaria. Consente inoltre di analizzare la morfologia e la funzionalità della vescica (e nei bambini di identificare le cause di ripetute infezioni delle vie urinarie).

Sono previste norme di preparazione all’esame?

Quali pazienti possono sottoporsi all’uretrocistografia?

L’uretrocistografia è controindicata in caso di infezione delle vie urinarie in corso e può essere sconsigliata in caso di allergia al liquido di contrasto.

È doloroso o pericoloso?

L’iniezione del liquido di contrasto prevede l’uso di un catetere vescicale, il cui inserimento può causare un leggero fastidio. L’esame viene però eseguito senza ricorrere ad alcuna forma di anestesia.

Come funziona l’uretrocistografia?

Il paziente deve svestirsi e sdraiarsi su di un lettino seguendo le istruzioni che gli saranno fornite. Quando sarà nella giusta posizione il catetere verrà inserito attraverso l’uretra e si inizierà ad iniettare il liquido di contrasto. Durante l’uretrografia retrograda potrebbe essere chiesto di cambiare posizione per analizzare meglio l’uretra.
Dall’uretra il mezzo di contrasto passerà in vescica. Dopo la rimozione del catetere il paziente dovrà urinare per osservare l’uretra durante la minzione.
La durata totale dell’esame è di circa 40 minuti.