COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

TAC arto superiore


Che cos’è la TAC dell’arto superiore?

La TAC (Tomografia Computerizzata) degli arti superiori è un esame diagnostico che permette di elaborare immagini di sezioni anatomiche attraverso i raggi X. Si ottengono in questo modo generalmente immagini di strutture ossee come mani, polsi, spalla e gomito.
Un tubo radiogeno, montato in una struttura aperta davanti e dietro, ruota attorno al paziente sdraiato su un lettino. Le informazioni vengono raccolte da un computer che elabora le immagini leggibili in tutti i piani dello spazio.

A cosa serve la TAC dell’arto superiore?

La TAC degli arti superiori consente di compiere indagini per la ricerca di eventuali patologie in corso:

  • di origine tumorale, in caso di lesioni focali di varia natura (benigne o metastasi o altro);
  • di origine infiammatoria;
  • per l’analisi delle conseguenze di traumi e la valutazione di eventuali fratture;
  • in vista di un intervento chirurgico;
  • meno frequentemente per valutazione dell’articolazione (meglio studiata con Risonanza Magnetica);

Sono previste norme di preparazione?

Chi può effettuare la TAC dell’arto superiore?

Tutti tranne le donne in gravidanza.

La TAC dell’arto superiore è pericolosa o dolorosa?

L’esame è generalmente indolore. Il paziente avvertirà soltanto un leggero rumore connesso al funzionamento del macchinario. La macchina per la TAC è un tubo aperto che di regola non provoca problemi di claustrofobia.

Come funziona la TAC dell’arto superiore?

Il paziente viene fatto sdraiare su un lettino che si muove orizzontalmente all’interno di un tubo aperto. Per ottenere immagini di qualità, è necessario che il paziente resti immobile per tutta la durata dell’esame. La durata della TAC è in media circa 10 minuti.