COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Accertamenti ed esami dopo la prima visita PMA – Procreazione Medicalmente Assistita


Con Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) si intende un insieme di trattamenti medici per favorire il concepimento in una coppia sterile o infertile.

Al fine di poter essere ammessa al programma di PMA, la coppia deve eseguire alcuni accertamenti, parte di queste indagini sono richieste dalla normativa nazionale a tutela della coppia e del nascituro (Ministero della Sanità circolari n.19 del 27/4/87 e n.17 del 10/4/92) e dalle Linee Guida della Legge 40/2004.

Gli accertamenti richiesti in sede di prima visita di permettono di stabilire la metodica di PMA più opportuna e, quindi, di ottimizzare le probabilità di una gravidanza per la coppia.

Le tecniche attualmente disponibili sono diverse: in generale consentono di stimolare la produzione di ovociti, ottimizzare la qualità di spermatozoi, creare le condizioni migliori per farli “incontrare”, all’interno del corpo femminile o all’esterno (“in provetta”). Per ogni coppia viene identificata la tecnica più idonea in relazione alle condizioni psicofisiche della coppia in trattamento.

Le procedure di PMA possono essere:

  • di tipo omologo – quando è previsto l’utilizzo di gameti appartenenti alla coppia
  • di tipo eterologo – quando si utilizzano gameti provenienti da donatore/donatrice.

Le procedure di PMA si dividono in:

Primo livello

L’inseminazione intrauterina è l’introduzione del liquido seminale all’interno della cavità uterina. La procedura si effettua dopo l’induzione della crescita follicolare multipla e del monitoraggio dell’ovulazione. In questo tipo di trattamento è necessaria un’idonea preparazione del liquido seminale.

Secondo e terzo livello

L’incontro dei gameti femminili e maschili avviene in vitro. La procedura si effettua dopo l’induzione della crescita follicolare multipla e del monitoraggio dell’ovulazione. I gameti femminili vengono recuperati attraverso il “pick up”: un prelievo chirurgico degli ovociti.  La fecondazione può avvenire mediante tecnica:

  • FIVET (Fertilization In Vitro Embryo Transfer) – tecnica nella quale si fanno incontrare l’ovulo e gli spermatozoi in un mezzo esterno al corpo della donna, e una volta fecondato l’ovocita, se si sviluppa un embrione, questo viene trasferito in utero.
  • ICSI (Intra Cytoplasmatic Sperm Injection) – tecnica che utilizza l’inseminazione in vitro dove, in particolare, un singolo spermatozoo viene iniettato attraverso la zona pellucida all’interno dell’ovocita; una volta fecondato l’ovocita, l’embrione che si sviluppa viene trasferito in utero.

Quali sono gli esami ed accertamenti necessari dopo la prima visita PMA – Procreazione Medicalmente Assistita?

Gli accertamenti consigliati sono stati rivisti nel corso della Consensus Conference dei Responsabili delle Strutture Lombarde che erogano servizi di assistenza medica alla procreazione nel febbraio 2007.

Gli accertamenti previsti tendono, in accordo con la normativa, ad assimilare la gravidanza da concepimento assistito alla gravidanza spontanea e a ridurre e semplificare gli esami richiesti in sede preconcezionale.

Oltre a questi esami che tutte le coppie devono eseguire, potranno essere richieste altre indagini indicate in base all’esito di questi accertamenti o in relazione all’anamnesi della coppia (cariotipo, microdelezioni del cromosoma y, screening fibrosi cistica della partner femminile, una consulenza genetica, accertamenti per un aumentato rischio di trombosi).

Inoltre, una conoscenza esatta delle condizioni anatomiche del canale cervicale e della cavità consente agli specialisti di Humanitas Fertility Center di ottimizzare il trasferimento dei gameti fecondati e a questo scopo, in base ai precedenti e alle esigenze specifiche della coppia in trattamento, potranno essere indicati un trasferimento di prova, una sonoisterografia o un’isteroscopia.

Esami ed accertamenti per la partner femminile

Esami genetici (validità perenne- non dovranno mai essere ripetuti)

  • Cariotipo
  • Fibrosi cistica
  • Ricerca emoglobine patologiche (Screening talassemico)
  • G6PDH (favismo)
  • Gruppo sanguigno
  • Ricerca trombofilia: PT, PTT, Fibrinogeno, Antitrombina III, Proteina C, Proteina S coagulativa, Lupus anticoagulante, anticorpi anticardiolipina IgG e IgM, Omocisteina (test a digiuno) o solo se necessario e su indicazione medica verranno richiesti i seguenti esami genetici: ricerca mutazione fattore V Leiden, ricerca mutazione G20210A della protrombina, ricerca mutazione MTHFR.

Esami ormonali (validità 12 mesi)

(Esami ormonali da eseguire in 2-3a giornata del flusso mestruale)

  • FSH, LH, 17-β-ESTRADIOLO, PRL
  • TSH, AMH (ormone antimulleriano)

Esami diagnostici (validità 12 mesi)

  • Pap Test
  • Tampone cervico-vaginale: ricerca di germi comuni, Trichomonas, Mycoplasma/Ureoplasma,
  • Chlamydia

Diagnostica senologica

  • Ecografia mammaria sotto i 40 anni
  • Ecografia + mammografia sopra i 40 anni

Esami infettivologici  (secondo la Normativa Europea Banche delle Cellule e Tessuti validità 3 mesi precedenti l’inizio del primo ciclo di terapia e sono validi sino a 6 mesi per i cicli successivi)

  • Infettivologici: (HBsAg, HBcAb, HCV, HIV-1/2, VDRL/TPHA)
  • Virologici: (in caso di non immunità): Rubeo test IgG/IgM; Toxo test IgG/IgM; Citomegalovirus IgG/Ig

Per alcuni di questi accertamenti, è necessario che la coppia presenti una fotocopia dei risultati che verrà allegata ai consensi e sarà conservata presso l’archivio clinico.

Esami preoperatori

Sono necessari, inoltre, alcuni accertamenti per stabilire la possibilità di sottoporsi ad anestesia e analgesia previste per il prelievo degli ovociti. Questi esami vengono eseguiti in regime di prericovero durante il monitoraggio dell’ovulazione.

Esami e accertamenti per il partner maschile


Esami genetici
(validità perenne – non dovranno mai essere ripetuti)

  • Cariotipo
  • Fibrosi cistica
  • Microdelezione del cromosoma Y (solo su indicazione medica)
  • Ricerca emoglobine patologiche (Screening talassemico) (solo se positivo l’esito della partner femminile)
  • G6PDH (favismo)
  • Gruppo sanguigno

Esami diagnostici (validità 12 mesi)

  • Spermiogramma
  • Ecografia testicolare

Esami infettivologici  (secondo la Normativa Europea Banche delle Cellule e Tessuti validità 3 mesi precedenti l’inizio del primo ciclo di terapia e sono validi sino a 6 mesi per i cicli successivi)

  • Infettivologici (HBsAg, HBcAb, HCV, HIV-1/2, VDRL/TPHA)

Per alcuni di questi accertamenti, è necessario che la coppia presenti una fotocopia dei risultati che verrà allegata ai consensi e sarà conservata presso l’archivio clinico.

← Torna a Fertility Center

Unità Operative