COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Pitting ungueale

Con la terminologia “pitting ungueale” in ambito medico si fa riferimento a un’alterazione della superficie esterna dell’unghia (lamina ungueale) caratterizzata dalla formazione di piccole depressioni puntiformi nella porzione più superficiale della lamina che conferiscono all’unghia un aspetto descritto come “a ditale da sarta”. La condizione è dovuta da un’alterazione del processo di cheratinizzazione della matrice unguale (l’insieme delle cellule deputate alla continua produzione delle strutture cornee dell’unghia).
Il pitting ungueale si ritrova in diverse affezioni dermatologiche tra cui la psoriasi, l’alopecia areata, l’eczema, il lichen planus.

 

Quali malattie si possono associare pitting ungueale?

Le patologie che possono risultare associate al pitting ungueale sono le seguenti:

Si ricorda che l’elenco non è esaustivo ed è sempre bene chiedere consulto al proprio medico.

 

Quali sono i rimedi pitting ungueale?

Poiché le condizioni mediche che risultano associate alla presenza di pitting ungueale sono diverse, per identificare un trattamento adatto alla condizione è fondamentale scovare la patologia che ne è alla base, e agire su questa. È bene evitare rimedi “fai da te” perché potrebbero acuire la problematica.

 

Con il pitting ungueale quando rivolgersi al proprio medico?

Nel caso in cui si sia già ricevuta la diagnosi (o si sia a rischio) di una delle patologie associate (vedere elenco malattie associate).

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici