COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Pelle della mammella a buccia d’arancia

La pelle della mammella a buccia d’arancia è un particolare aspetto della pelle che interessa una specifica porzione della mammella che sovrasta un carcinoma mammario. Appare del tutto simile alla pelle a buccia d’arancia tipica dei processi edematosi linfatici (quei processi che comportano la formazione di quella che viene comunemente detta “cellulite” o, appunto, “pelle a buccia d’arancia”), ma risulta circoscritta a un’area delimitata della mammella.

 

Quali malattie si possono associare alla pelle della mammella a buccia d’arancia?

La patologia che può risultare associate alla pelle della mammella a buccia d’arancia è la seguente:

Si ricorda che l’elenco non è esaustivo ed è sempre bene chiedere consulto al proprio medico.

 

Quali sono i rimedi contro la pelle della mammella a buccia d’arancia?

Poiché la patologia che risulta associata alla presenza della pelle della mammella a buccia d’arancia è solitamente il carcinoma mammario, in caso di insorgenza di questo specifico aspetto della pelle del seno è bene contattare il proprio medico di fiducia per un consulto. Il consiglio è quello di non trascurare la presenza di questo specifico segno.

 

Con la pelle della mammella a buccia d’arancia quando rivolgersi al proprio medico?

In caso d’insorgenza della pelle della mammella a buccia d’arancia è sempre bene rivolgersi al proprio medico per un consulto.

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici