COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

INTERNATIONAL PATIENTS

+39 02 8224 7038

Working hours: Monday to Friday, 9 a.m. – 5 p.m. (Italian time)

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Nicturia

La nicturia è una condizione in cui ci si sveglia di notte per svuotare la vescica. Più frequente durante l'invecchiamento, può colpire sia gli uomini che le donne e può essere associata a poliuria (la produzione di più di 2 litri di urina al giorno), poliuria notturna (sovrapproduzione di urina durante la notte), capacità ridotta della vescica di trattenere le urine durante la notte o disturbi del sonno.
Le cause della nicturia possono essere molto diverse fra loro. Alla base della poliuria ci può ad esempio essere un'elevata assunzione di fluidi oppure un diabete non adeguatamente trattato. La poliuria notturna può invece essere associata a scompenso cardiaco, gonfiore alle gambe, apnee ostruttive del sonno, alcuni farmaci (ad esempio i diuretici) o un eccesso di vitamina D. Quando il problema riguarda la vescica può invece essere associato a infezioni, infiammazioni, ostruzioni, tumori o iperplasie benigne.

 

Quali malattie si possono associare alla nicturia?

Le patologie che si possono associare a nicturia sono le seguenti:

Si ricorda che questo non è un elenco esaustivo e che sarebbe sempre meglio consultare il proprio medico di fiducia in caso di persistenza dei sintomi.

 

Quali sono i rimedi per la nicturia?

I rimedi in caso di nicturia dipendono dalle cause del problema. A volte può essere necessario limitare l'assunzione di alcune bevande (come il caffè e l'alcol), altre volte modificare l'assunzione di alcuni farmaci. Altre volte ancora può essere utile dormire con le gambe leggermente sollevate o utilizzare calze a compressione graduata per limitare l'accumulo di liquidi negli arti.
Fra i farmaci che potrebbero essere utili sono inclusi gli anticolinergici che aiutano a regolare l'attività della vescica, i diuretici che regolano la produzione dell'urina e la desmopressina che aiuta i reni a produrre meno urina.
Infine, in caso di apnee notturne è importante rivolgersi a uno specialista del sonno o a uno pneumologo per individuare la soluzione più adatta al proprio caso.

 

Con nicturia quando rivolgersi al proprio medico?

Nel caso in cui si ritenga di soffrire di nicturia è bene rivolgersi al proprio medico, che potrebbe prescrivere una visita urologica per ulteriori approfondimenti.