COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Mal di testa sul lato destro

Molte persone soffrono di mal di testa solo sul lato destro della testa. Il dolore può essere accompagnato da altri sintomi, tra cui stanchezza, nausea e disturbi visivi.

Quali malattie si possono associare al mal di testa sul lato destro?

Un mal di testa sul lato destro della testa può essere causato da:

Una sospetta cefalea “pericolosa” è

  • una cefalea di prima insorgenza, spontanea o post-traumatica
  • una cefalea in un cefalalgico abituale ma con sintomi diversi o più intensi
  • una cefalea di elevata intensità
  • una cefalea con sintomatologia ingravescente e non responsiva ai comuni analgesici
  • una cefalea associata ad altri sintomi come febbre, deficit neurologici, disturbi oculistici, ipertensione severa.

Si ricorda che questo non è un elenco esaustivo e che è meglio consultare il medico in caso di persistenza dei sintomi.

Quali sono i rimedi contro il mal di testa sul lato destro?

La maggior parte dei mal di testa non è motivo di preoccupazione. In genere il dolore è temporaneo e può essere alleviato con farmaci antidolorifici.

In alcuni casi, questi accorgimenti possono essere di aiuto nell’alleviare il dolore:

  • evitare l’assunzione di alcol, caffeina, salumi e formaggi
  • bere acqua per contrastare la disidratazione
  • riposare
  • allentare eventuali acconciature strette nei capelli, come code di cavallo e trecce
  • massaggiare i muscoli tesi del collo e delle spalle
  • limitare l’esposizione a luci intense o lampeggianti, rumori forti e odori molto intensi
  • fare un bagno caldo o una doccia
  • prendersi una pausa dagli schermi come smartphone, computer, tablet e televisione
  • fare esercizi di respirazione per ridurre il dolore e alleviare lo stress e l’ansia

Alcuni cambiamenti nello stile di vita possono aiutare a prevenire o ridurre la frequenza del mal di testa. Questi includono:

  • Dormire a sufficienza: cercare di dormire e di svegliarsi a orari regolari, anche nel fine settimana. La maggior parte degli adulti richiede da 6 a 8 ore di sonno a notte.
  • Impegnarsi in un’attività fisica regolare: esercitarsi più volte alla settimana, per ridurre lo stress e mantenersi in forma.
  • Migliorare la postura: sedersi in posizione eretta e assicurarsi che la parte bassa della schiena sia adeguatamente sostenuta. Evitare di stare seduti nella stessa posizione per troppo tempo. Fare stretching e pause regolari dalle scrivanie e dai computer.
  • Moderare l’assunzione di caffeina: troppa caffeina può causare mal di testa, come pure smettere improvvisamente, soprattutto dopo aver abitualmente consumato grandi quantità di caffeina.
  • Bere molta acqua: la disidratazione può causare mal di testa.
  • Evitare l’uso frequente di antidolorifici: gestire il mal di testa con gli antidolorifici per più di 15 giorni al mese può causare cefalea, a causa dell’uso eccessivo di farmaci.

Con mal di testa sul lato destro quando andare dal medico?

Molti casi di mal di testa si risolvono da soli, senza alcun intervento. Le persone che soffrono regolarmente di cefalea dovrebbero consultare uno specialista per una diagnosi e un trattamento appropriato.

In associazione al mal di testa, non vanno sottovalutati i seguenti sintomi:

  • alterazioni della vista
  • confusione
  • febbre
  • trauma cranico
  • aumento del dolore durante il movimento
  • rigidità del collo
  • intorpidimento
  • cambiamenti cognitivi o di personalità
  • eruzione cutanea
  • disturbi del sonno
  • disturbi del linguaggio
  • debolezza
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici