COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Fotopsie

Le fotopsie, note anche come "fosfeni", rappresentano sensazioni visive luminose, anche colorate, simili a scintille o a lampi di luce (come i flash delle macchine fotografiche) in assenza di uno stimolo luminoso reale nell'ambiente esterno.
Possono indicare la presenza di malattie della retina e/o del corpo vitreo, delle vie ottiche o cerebrali, ma possono comparire anche in caso di cefalee ed emicranie.

 

Quali malattie si possono associare alle fotopsie?

Le patologie che possono risultare associate alla presenza di fotopsie sono le seguenti:

Si ricorda che l'elenco non è esaustivo ed è sempre bene chiedere consulto al proprio medico.

 

Quali sono i rimedi contro le fotopsie?

Poiché all'origine delle fotopsie possono esserci diverse cause, per cercare di far rientrare il disturbo è necessario conoscerle per poterle trattare adeguatamente.
In caso di manifestazione di fotopsie è sempre bene rivolgersi all'oculista per un consulto, lo specialista provvederà a esaminare retina e corpo vitreo e sarà in grado di stabilire se la presenza di fotopsie sono o meno un segno di patologia oculare.
In caso di distacco di retina e rotture retiniche sarà necessario ricorrere a interventi chirurgici mirati e trattamenti laser. In caso di alterazioni del corpo vitreo (che possono essere causate da una ridotta idratazione) è spesso necessario aumentare l'apporto di acqua e sali minerali.

 

Con le fotopsie quando rivolgersi al proprio medico?

In caso di malattie già diagnosticate in precedenza (vedere elenco malattie associate).