COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Dolore lombare e all’anca

Il dolore alla parte bassa della schiena e alle anche è spesso il risultato di un sovraccarico, per via del sollevamento, della torsione e del movimento delle gambe e del tronco. I dolori dovuti al sovraccarico e lesioni di lieve entità sono comuni in questa parte del corpo. In altri casi, il dolore può essere riconducibile a una patologia specifica.

Quali malattie si possono associare al dolore lombare e all’anca?

Di seguito sono elencate alcune delle cause più comuni di dolore lombare e all’anca.

  • Distorsioni, stiramenti e strappi con danni ai legamenti, ai tendini o ai muscoli dell’anca o della parte inferiore della schiena, dovuti per esempio a cadute, traumi, lesioni sportive, torsioni brusche, sollevamento di pesi.
  • Contratture a carico dei muscoli flessori dell’anca; questi muscoli si estendono dalle anche alle ginocchia, nella parte anteriore della coscia, e sono responsabili della gamma di movimento delle gambe e delle anche. Se questi muscoli sono rigidi e tesi, spesso a causa della permanenza in posizione seduta per troppo tempo, una persona può avvertire dolori alla schiena e all’anca.
  • Ernia del disco, il disco intervertebrale può assottigliarsi e scivolare fuori o rompersi, con conseguente fuoriuscita del nucleo polposo, la sua parte interna più morbida. Questo determina la pressione del disco sui nervi spinali e ciò può causare dolore, intorpidimento, formicolio o debolezza. In presenza di ernia del disco nella colonna vertebrale lombare, il dolore può irradiarsi alle anche e alle gambe.
  • Infiammazione dell’articolazione sacro-iliaca: l’articolazione sacro-iliaca collega l’osso sacro al bacino. Se l’articolazione si infiamma, una persona può provare dolore nella parte bassa della schiena e alle anche.
  • Artrite, che causa infiammazione e dolore alle articolazioni.
  • Spondilite anchilosante, una condizione cronica in cui le articolazioni della colonna vertebrale si infiammano, con conseguente mal di schiena a livello lombare e alle anche e rigidità. 
  • Malattia di Paget, causa un anomalo rimodellamento osseo, per cui l’organismo produce nuovo osso più velocemente del normale, ma l’osso è più morbido e fragile, con maggior rischio di frattura e dolore.

Quali sono i rimedi contro il dolore lombare e all’anca?

Il dolore può essere gestito con riposo, ghiaccio o calore e antidolorifici da banco. Se non passa o peggiora o si ripresenta è bene rivolgersi al medico, che a seconda della causa alla sua origine indicherà il trattamento più appropriato laddove necessario, che potrebbe comprendere trattamento farmacologico, terapie fisiche o chirurgia.

Una postura scorretta può favorire l’insorgenza del dolore. Per prevenirlo, è consigliabile:

  • fare esercizio fisico con regolarità
  • mantenere una buona postura da seduti e in piedi
  • fare regolari pause dalla postazione di lavoro o di studio, alzandosi e facendo stretching o camminando
  • assicurarsi una postazione di lavoro corretta, con una sedia ergonomica ben regolata
  • sollevare pesi in maniera appropriata e non trasportare oggetti troppo pesanti
  • raggiungere e mantenere il peso forma.

Con dolore lombare e all’anca quando andare dal medico?

Il dolore alla parte bassa della schiena e all’anca può rendere difficile l’esecuzione delle attività quotidiane. Se questi sintomi non si risolvono con il riposo o i rimedi domiciliari o peggiorano improvvisamente, si consiglia di rivolgersi a un medico.

Bisogna rivolgersi al Pronto Soccorso in presenza di:

  • perdita della funzione intestinale e della vescica
  • incapacità di muovere una o entrambe le gambe
  • perdita di sensibilità in una o entrambe le gambe
  • deformità visibile nelle gambe o nella schiena
  • incapacità di stare in piedi.
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici