COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Da uno studio emerge la relazione tra psoriasi e diabete di tipo 2

La psoriasi è una malattia autoimmunitaria che colpisce prevalentemente la cute, ma non solo. Della relazione tra psoriasi e diabete di tipo 2, emersa da uno studio recente, ha parlato il professor Antonio Costanzo, Responsabile di Dermatologia in Humanitas, ospite in studio a Tg2 Medicina33.

“L’infiammazione sistemica che è associata alla psoriasi può influire anche su altri organi e recentemente uno studio dell’Università di Filadelfia, ha confermato un legame stretto tra psoriasi e diabete di tipo 2. L’infiammazione generata dalla psoriasi infatti influenza la sensibilità all’insulina: questi pazienti sono dunque più insulino-resistenti e possono sviluppare diabete di tipo 2”, ha spiegato lo specialista.

A quali controlli deve sottoporsi un paziente con psoriasi?

“Il dermatologo effettua nel paziente con psoriasi una stadiazione della malattia e quindi per le forme lievi di solito non ci sono altri controlli cui sottoporsi. Nelle forme moderate e severe è invece bene, per esempio, controllare glicemia e pressione e verificare la presenza di dolori articolari”, sottolinea il prof. Costanzo.

Una forma lieve può poi degenerare in una forma più severa perché “la psoriasi è una malattia molto capricciosa e pertanto possono esserci fasi di aggravamento, che possono durare anche anni o possono essere permanenti. Una forma lieve può evolvere in una forma più severa o viceversa.

La medicina di precisione in Dermatologia

“Esistono molte nuove terapie. Recentemente siamo passati da una terapia di tipo empirico, basata su quanto conoscevamo e sulle altre malattie autoimmunitarie, a terapie mirate basate sulla conoscenza dei meccanismi della patogenesi della malattia. Avremo modalità terapeutiche sempre più mirate: la cosiddetta medicina di precisione è entrata anche in Dermatologia”, ha concluso il professor Costanzo.

Guarda l’intervista al professor Costanzo, dal minuto 04.05, clicca qui.

 

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici