COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 82224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Una nuova visione terapeutica per combattere l’asma: pubblicato uno studio a firma Humanitas

È stato recentemente pubblicato sulla rivista The Lancet uno studio che presenta, in accordo con le ultime evidenze scientifiche, un nuovo approccio al trattamento dell’asma finalizzato alla cura della malattia e non solo alla gestione dei suoi sintomi. A firmare lo studio anche il prof. Giorgio Walter Canonica, docente di Medicina Respiratoria di Humanitas University e Responsabile del Centro Medicina Personalizzata: Asma e Allergologia di Istituto Clinico Humanitas.

Ci sono voluti più di 100 anni di ricerca per comprendere la centralità dell’infiammazione cronica delle vie aree nei pazienti affetti da asma. Per molto tempo, infatti, questa patologia è stata trattata con farmaci che intervengono prevalentemente sui sintomi e non sull’infiammazione, come ad esempio i broncodilatatori beta2-agonisti, detti SABA/LABA, che agiscono sulla muscolatura delle vie aree provocandone il rilasciamento. Nei pazienti con asma grave, spesso, i LABA vengono affiancati da corticosteroidi inalatori, una classe di farmaci dall’azione antiinfiammatoria.

Lo studio pubblicato su The Lancet evidenzia come, grazie alla ricerca, sono oggi disponibili nuovi trattamenti per l’asma che modificano la storia della malattia, diminuiscono gli effetti avversi e limitano il rischio di declino della funzione polmonare. Ne abbiamo parlato con il prof. Giorgio Walter Canonica:

“In Italia sono circa 300.000 le persone affette da asma grave e il 60% di loro è trattato con corticosteroidi per via orale, detti OCS. Sappiamo però che questi farmaci possono portare ad importanti effetti collaterali, per questo dal punto di vista terapeutico la nostra priorità è ridurre il loro utilizzo. Il lavoro pubblicato su The Lancet stabilisce che la remissione della malattia, e non solamente il controllo dei suoi sintomi, è oggi un obiettivo raggiungibile grazie ai nuovi farmaci biologici, che agiscono sul sistema immunitario mirando solo alle cellule responsabili dell’infiammazione che causa l’asma. Queste nuove opzioni terapeutiche aprono le porte a nuovi protocolli per la gestione dell’asma e ad un significativo miglioramento della qualità della vita dei pazienti.”

Combattere l’asma con la medicina personalizzata

L’asma è una patologia che in Europa interessa circa 30 milioni di persone, fra adulti e bambini. Si tratta di una malattia infiammatoria cronica delle vie aeree che comporta tosse, dispnea, sensazione di oppressione toracica e di soffocamento. Spesso l’asma coesiste con altre patologie come ad esempio allergie (asma allergica), dermatite atopica o poliposi nasale.

In Humanitas è presente il Centro di Medicina Personalizzata: Asma e Allergologia, specializzato nell’offrire al paziente un percorso terapeutico personalizzato. È, infatti, fondamentale ricorrere alla medicina di precisione per studiare il sistema immunitario di ciascun paziente e fare una diagnosi corretta, sulla base della quale scegliere la terapia più efficace per la singola persona.

Visite ed esami

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici