COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Tiroide, i sintomi di un malfunzionamento

La tiroide è una ghiandola che si trova tra laringe e trachea, alla base della parte anteriore del collo. Riveste un ruolo fondamentale nel nostro organismo, perché – sotto il diretto controllo dell’ipofisi – produce e secerne gli ormoni tiroidei, necessari per la crescita e lo sviluppo dell’organismo.

Un malfunzionamento della tiroide impatta in maniera significativa sulla qualità della vita. Ne parliamo con il professor Andrea Lania, Responsabile di Endocrinologia e Andrologia medica in Humanitas.

Ipertiroidismo e ipotiroidismo

“Una produzione eccessiva o insufficiente degli ormoni tiroidei influisce sulla qualità della vita e dunque sul benessere. L’ipertiroidismo, ovvero un eccesso di ormoni tiroidei in circolo, è responsabile di un’accelerazione dei processi metabolici; può determinare sintomi quali intolleranza al caldo, stanchezza, dimagrimento, cardiopalmo, irrequietezza, tremori e irritabilità.

In caso di ipotiroidismo invece, la produzione degli ormoni tiroidei è insufficiente e il paziente avverte intolleranza al freddo, peggioramento del tono dell’umore, fatica a concentrarsi, stanchezza e rallentamento psicomotorio”, spiega il professor Lania.

Ipotiroidismo, la terapia sostitutiva con levotiroxina

“In presenza di questi sintomi, è necessario rivolgersi al medico. È infatti importante diagnosticare prima possibile un disturbo tiroideo e indirizzare il paziente verso un trattamento efficace.

In caso di ipotiroidismo, il trattamento è farmacologico. Si tratta di una terapia sostitutiva con levotiroxina, il principale ormone tiroideo, il cui obiettivo è ristabilire un normale stato tiroideo, con positive ripercussioni sul benessere del paziente e sulla qualità della vita.

È importante poi che il paziente sia monitorato regolarmente, con visita di controllo endocrinologico, affinché la terapia sia personalizzata a seconda delle sue esigenze effettive.

In caso di ipertiroidismo invece la terapia dipende dalla causa dell’ipertiroidismo, dall’età del paziente e dalla gravità delle manifestazioni cliniche”, precisa il professore.

Specialista in Endocrinologia e Malattie del Ricambio
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici