COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Riconoscimento internazionale per l’Unità di Traumatologia

Humanitas è Centro di Referenza Internazionale di Traumatologia. L’AOTrauma International, l’associazione internazionale che studia i trattamenti delle fratture, infatti, ha consegnato questo importante riconoscimento al Dipartimento di Traumatologia di Humanitas.

Che cos’è AOT?

AOT è l’organizzazione che definisce le linee guida nel campo della traumatologia fornendo corsi di formazione e organizzando conferenze. Tutti i medici dell’Unità di Traumatologia di Humanitas fanno parte di questa associazione e con questo riconoscimento, l’ospedale è stato accreditato come Centro di Referenza Internazionale di Traumatologia.

L’Unità di Traumatologia di Humanitas ospiterà gli specialisti provenienti da tutto il mondo che saranno a Rozzano (Milano) per imparare nuove tecniche per trattare le  fratture. Anche gli specialisti di traumatologia di Humanitas parteciperanno facoltativamente a vari corsi italiani ed europei e alle conferenze organizzate da AOT.

Cosa attesta il certificato di AOT?

Il certificato attesta che Humanitas non solo applica perfettamente i principi e le tecniche dell’AOT International, ma che è anche in grado di insegnare agli altri come farlo, spiegano i professionisti di Humanitas. La qualità di Humanitas, dunque, è stata confermata e riconosciuta a livello internazionale anche nel campo della traumatologia.

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici