COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Riconoscimento al progetto targato Humanitas

Si è svolta in Campidoglio la consegna dei “Grant 2012” della Fondazione Veronesi a giovani medici ricercatori. Tra loro, il dott. Pietro Invernizzi con un progetto di ricerca sul colangiocarcinoma.

Il titolo del progetto è: “Cholangiocarcinoma-associated microRNA: identification and diagnostic-prognostic potential”. “Il colangiocarcinoma (CCA) – spiega il dott. Pietro Invernizzi, specialista di Humanitas – è un adenocarcinoma che origina dai colangiociti, le cellule epiteliali che rivestono l’albero biliare. E’ una delle neoplasie a prognosi più infausta dato che la sopravvivenza media è del 7-8% a 5 anni dalla diagnosi e la sopravvivenza mediana di 7 mesi. Purtroppo mancano buoni marcatori per il CCA e questo rende estremamente difficile identificare precocemente pazienti a rischio di sviluppare questo tumore. Alcuni disordini del tratto biliare che determinano una condizione di infiammazione cronica, come la colangite sclerosante primitiva (CSP), predispongono allo sviluppo del CCA. I microRNAs (miRNAs) sono un gruppo di piccoli RNA endogeni importanti nel controllo dei processi di differenziamento cellulare e per questo sono considerati come possibili marcatori biologici. Lo scopo generale di questo progetto è identificare specifici miRNAs sierici che abbiano un ruolo come marcatori tumorali utilizzabili nella diagnosi precoce del CCA in popolazioni a rischio come quella rappresentata da pazienti affetti da CSP”.

A cura della Redazione

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici