COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Radioterapia Oncologica, riconoscimento internazionale per i dott. Mancosu e Franceschini

Il dott. Pietro Mancosu e il dott. Davide Franceschini, dell’équipe della prof.ssa Marta Scorsetti, sono tra i migliori giovani talenti della radioterapia oncologica. Il riconoscimento è arrivato nell’ambito dell’Agorà-future leaders 2016 della European Society for Radiotherapy and Oncology tenutosi a Barcellona dal 10 al 12 giugno.

agora

I dott. Mancosu e Franceschini tra i protagosti dell’AGORÀ-future leaders della European Society for Radiotherapy and Oncology.

 

Cos’è ESTRO?

ESTRO (European Society for Radiotherapy and Oncology) è un’organizzazione scientifica che contribuisce al progresso e allo sviluppo della radioterapia come opzione di cura per il cancro. Con oltre 6000 membri, europei e non (radioterapisti oncologici, specialisti in fisica medica, radiobiologi e tecnici di radiologia), l’associazione promuove l’innovazione, la ricerca e la diffusione della scienza e delle conoscenze nel campo della radioterapia attraverso corsi, congressi e meeting.

 

Quali aspetti sono emersi durante il convegno di Barcellona?

Ogni quattro anni ESTRO propone una tavola rotonda tra il consiglio direttivo e alcuni giovani talenti (radioterapisti oncologi, fisici medici, radiobiologi, e tecnici di radiologia) attraverso un bando internazionale volto a reclutare le migliori giovani promesse. Tra tutte le candidature, 22 giovani sono stati selezionati per questo importante meeting. “L’ESTRO AGORA-Future leaders è un’importante occasione di confronto e dibattito per specialisti di diverse nazionalità e competenze. Durante l’incontro noi giovani abbiamo potuto condividere le nostre esperienze e idee insieme ai senior della Società scientifica, oltre a discutere delle sfide future che ci aspetteranno”, spiega il dott. Mancosu.

“Durante l’evento siamo stati suddivisi in gruppi di lavoro, e a rotazione abbiamo affrontato temi quali la ricerca innovativa, l’accessibilità alle cure, l’educazione, la lungo-sopravvivenza”, continua il dott. Franceschini. Da questa preziosa contaminazione di idee è emersa la necessaria uniformità di accesso alle cure per tutti i pazienti oncologici, con particolare sguardo rivolto ai Paesi del Secondo e Terzo Mondo. Il dott. Mancosu e il dott. Franceschini hanno inoltre proposto come prossimo, imminente obiettivo quello di individuare a livello europeo le 10 domande irrisolte in radioterapia su cui concentrare i nostri sforzi scientifici nei prossimi anni.

 

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici