COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 82224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Pelle: cosa fare in caso di follicolite?

La follicolite è un’infiammazione dei follicoli piliferi, spesso favorita dai peli ritenuti (peli incarniti), per esempio in zone della pelle che vengono particolarmente irritate con la depilazione, spesso associata alla proliferazione di batteri come lo stafilococco aureus e altri microrganismi patogeni come virus e funghi.

La maggior parte delle volte la follicolite si risolve senza intervento medico e bastano alcuni semplici accorgimenti per prendersi cura della propria pelle nel modo più appropriato.
Cosa fare, dunque, per contrastare la follicolite? Ne abbiamo parlato con la dottoressa Alessandra Narcisi, specialista dermatologa in Humanitas.

Follicolite: i sintomi e i fattori di rischio

La follicolite è visibile a occhio nudo: l’infiammazione dei follicoli piliferi, infatti, provoca un eritema (arrossamento della pelle) intorno al follicolo e, centralmente al follicolo, dove visivamente si erge il pelo, una pustola
Responsabile della follicolite è la sovrainfezione causata per la maggior parte dalle più comuni specie batteriche, come gli stafilococchi o gli streptococchi.  
I fattori di rischio più comuni che predispongono alla follicolite sono ben conosciuti e possono essere corretti ed evitati.

Per esempio la frizione cutanea provocata dalla rasatura o dall’epilazione può favorire la formazione di microtraumi che fungono da porta d’ingresso per una eventuale proliferazione batterica con comparsa di follicolite; l’iperidrosi oppure indumenti troppo stretti e non traspiranti (ad esempio materiali sintetici) rappresentano essi stessi fattori di rischio per irritazione cutanea e conseguente follicolite. Si consiglia dunque spesso di indossare abiti comodi e di cotone. 

Come si cura la follicolite?

Quando vediamo una pustola il primo istinto è quello di schiacciarla per favorire l’espulsione del pus, ma ciò è sbagliato, perché potrebbe peggiorare l’infezione. Per favorire la risoluzione della follicolite, è necessario detergersi con saponi e prodotti non schiumogeni, asciugando bene l’area corporea detersa. Lo specialista dermatologo potrebbe ritenere opportuno prescrivere terapie antibiotiche/antimicotiche topiche o per via orale, per tale motivo è sempre meglio effettuare un controllo da uno specialista dermatologo che pone diagnosi e che, individuati i fattori di rischio personali, prescriverà una terapia adeguata. 

Dermatologia e Venereologia

Visite ed esami

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici