COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Nei, impariamo a riconoscerli

I nei sono piccole macchie della pelle che si creano per un accumulo di melanociti, le cellule che producono melanina. I melanociti sono in genere distribuiti in maniera uniforme nell’epidermide, mentre nel caso dei nei si ammassano gli uni agli altri, creando le caratteristiche macchie. I nei si presentano in maniera piuttosto differenti gli uni dagli altri (da quelli piccoli e tondi, a quelli più frastagliati, da quelli scuri a quelli più in rilievo), ciò dipende dal numero di cellule che li compongono e da quanta melanina producono. Nella maggioranza dei casi sono benigni e dunque non possono trasformarsi in un melanoma, il tumore più aggressivo della pelle. Al fine di distinguere i nei benigni da quelli eventualmente maligni, è bene sottoporsi a visite periodiche di controllo. I nei vengono classificati in base al nome di chi li ha osservati per primi. Ne parliamo con gli specialisti di Dermatologia di Humanitas.

Nei di Clark, i più comuni

Sono i più classici: quelli piccoli, tondi, in genere bruni che troviamo ovunque sul nostro corpo. A seconda del colore, della forma e della regolarità se ne distinguono diverse varianti. I nei di Clark Atipici hanno un diametro maggiore ai 6 millimetri, bordi irregolari e un colore non omogeneo. Si concentrano sul tronco e sugli arti e possono degenerare in melanoma. Pertanto è bene tenerli sotto controllo, sottoponendosi alla mappatura dei nei. Se necessario, possono essere rimossi per via chirurgica.

Nei di Miescher, i nei del volto

I nei di Miescher sono molto comuni e sono caratteristici del volto. Possono essere scuri o mantenere il colore della pelle e hanno forma di cupola, talvolta uno o più peli vi crescono all’interno. A seconda dei casi possono rappresentare un disagio da un punto di vista estetico. Sono nei benigni. 

Nei di Unna, i più sporgenti

I nei di Unna sono anch’essi molto frequenti e si sviluppano sul tronco, spesso in zone in cui danno fastidio, come le ascelle o la vita. Questi nei infatti possono diventare piuttosto grandi e sporgenti, crescono infatti verso l’esterno, come una mora. Sono nei benigni.

Nei di Spitz, i nei dei più piccoli

Tipici di bambini e adolescenti, crescono in maniera rapida in genere su volto, braccia e gambe. Hanno colore scuro e sono benigni. La crescita rapida e il loro aspetto, che talvolta può destare preoccupazione, fanno sì che spesso vengano rimossi chirurgicamente nel timore che siano un melanoma. 

Nei di Reed, tipici nelle giovani donne

Sono come i nei di Spitz, ma interessano gli adulti, soprattutto donne. Anche i nei di Reed hanno colore scuro e crescono velocemente e talvolta vengono asportati chirurgicamente per paura che si tratti di melanoma.

 

Visite ed esami

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici