COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

International Patients
+39 02 8224 6579

Working hours: Monday to Friday, 9 a.m. – 5 p.m. (Italian time)

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Natale al fronte della cura: le iniziative in Humanitas

Il 2020 ci ha insegnato che si può sorridere con gli occhi e mostrare affetto anche senza abbracciarsi, in attesa che sia possibile tornare a farlo. E proprio per manifestare vicinanza ai pazienti malati in ospedale, ai medici e agli infermieri in prima linea contro COVID-19, i Sindaci dei Comuni di Rozzano, Opera, Pieve Emanuele e Basiglio si sono recati oggi in visita all’Emergency Hospital 19 di Humanitas. In dono hanno portato disegni e biglietti natalizi realizzati dagli alunni delle scuole del territorio, consegnati a una delegazione di medici e infermieri del Pronto Soccorso, Terapia Intensiva e dei reparti COVID di Humanitas.

Sono stati oltre 1200 i pazienti COVID accolti in questa seconda ondata da Emergency Hospital 19, la struttura che da ottobre sta consentendo di separare nettamente i flussi delle urgenze, garantendo continuità di assistenza anche agli altri pazienti che necessitano, ad esempio, di cure oncologiche. Il tutto grazie all’immenso lavoro del personale sanitario.

“Per tutti noi è importante sentire la vicinanza del territorio – commenta Antonio Voza, responsabile Pronto Soccorso Humanitas -. A Natale l’ospedale continuerà a prendersi cura dei pazienti, COVID e non COVID. Ma questa è una battaglia che non possiamo combattere da soli, perciò chiediamo ai cittadini di aiutarci mantenendo alta la guardia con comportamenti corretti, in particolar modo evitando contatti fisici e assembramenti, e continuando a usare le mascherine”.

Presente all’iniziativa anche Maurizio Del Conte, Presidente di Afol Metropolitana e Renato Porciello, responsabile del settore ristorazione di Afol che hanno consegnato simbolicamente ai sanitari uno dei 40 panettoni artigianali realizzati dagli studenti del Centro di Formazione Professionale Afol Metropolitana e che sono stati dati in omaggio ai medici e pazienti dell’ospedale come segno di ringraziamento.

Una statua per omaggiare gli operatori sanitari

La mattinata è stata l’occasione per celebrare un altro dono dedicato al personale medico e infermieristico di Humanitas: una statua di legno rappresentante un operatore sanitario con la divisa da super eroe, ideata dall’artigiano Simone Ceccucci e scolpita a mano da Luca Maffezzoli di Valore Verde, l’azienda che si occupa della manutenzione delle aree verdi di Emergency Hospital 19.

La statua è posizionata davanti all’ingresso di Emergency Hospital 19 riservato al personale, dove tutti gli operatori sanitari possono vederla e, a fine turno, prendere un fiore da portare a casa.

Natale in reparto, con i biglietti e i regali dei famigliari da casa

In questo periodo in cui il distanziamento sociale è ancora d’obbligo, Humanitas ha organizzato un sistema per consentire ai parenti e agli amici dei pazienti ricoverati di far recapitare un piccolo dono o un biglietto al proprio caro. Basta consegnare il presente al punto gestione biancheria (esterno al building 2), fino a mercoledì 23 dicembre.

Orari per la consegna dei regali:
da lunedì a venerdì, fino al 23 dicembre, dalle ore 16 alle ore 19

Santa Messa in streaming per pazienti, familiari e operatori sanitari

La messa di Natale verrà celebrata martedì 22 dicembre alle ore 17 da Don Giorgio, il cappellano dell’Istituto Clinico Humanitas, ma a porte chiuse.
I pazienti potranno però seguirla in diretta dalle TV delle stanze di degenza. La novità è che potranno condividere spiritualmente questo momento con i loro cari, cui basterà collegarsi al canale youtube HumanitasMilano per seguire insieme la stessa celebrazione.

In vista delle festività natalizie, anche Monsignor Mario Delpini, Arcivescovo di Milano, ha fatto giungere il suo saluto e il suo ringraziamento a medici e infermieri di Humanitas in prima linea. Nelle sue parole, l’augurio che la società riesca ad affrontare la crisi spirituale – il rischio di inaridirsi e diventare indifferenti a furia di assistere al susseguirsi di problemi – per poter risolvere con la dovuta profondità l’emergenza sanitaria e sociale.

 

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici