COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Immunità innata e invecchiamento, al via il progetto coordinato dal prof. Mantovani

Ha preso il via il progetto di ricerca finanziato da Fondazione Cariplo dal titolo “Humoral innate immunity in the regulation of tissue repair and metabolism in aging”. A coordinarlo, il professor Alberto Mantovani, direttore scientifico di Humanitas e docente Hunimed. Al lavoro prenderanno parte anche il professor Alberico Catapano (Dipartimento di Farmacologia e Scienze Biomolecolari, Università di Milano) e il professor Claudio Franceschi (Istituto di Scienze Neurologiche IRCCS, Ospedale Bellaria, Bologna). La ricerca permetterà di studiare il ruolo dell’immunità innata nei processi legati all’invecchiamento.

Schermata 2016-05-03 alle 12.27.34

Il ruolo della proteina pentraxina lunga PTX3

Il progetto analizzerà il ruolo della pentraxina lunga PTX3, una proteina che viene prodotta dall’organismo in seguito a uno stimolo infiammatorio e che è coinvolta nelle difese immunitarie contro le infezioni. La pentraxina lunga PTX3 è stata identificata dal professor Alberto Mantovani e dal suo gruppo 20 anni fa. Il nuovo lavoro punta ad analizzare il ruolo di PTX3 in condizioni legate al processo di invecchiamento, con l’obiettivo di individuare i presupposti per invecchiare mantenendo una buona salute, con la speranza di aprire la strada a nuovi approcci nell’ambito della fisiopatologia dell’invecchiamento.

 

Una popolazione sempre più anziana

La ricerca ha anche una certa rilevanza sociale, considerato che il rapporto sull’invecchiamento della popolazione del 2012, realizzato dalla Commissione Europea, ha stimato che nel 2060 il 30% della popolazione in Europa avrà almeno 65 anni. Invecchiare in buona salute è dunque un auspicio importante, data l’importanza dell’incidenza delle patologie croniche con l’avanzare dell’età. Si pensi a malattie cardiovascolari, neurodegenerative o polmonari, ai tumori, al diabete e ancora ai problemi muscolo-scheletrici; condizioni che impattano in maniera decisa sulla vita quotidiana.

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici