COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Il Progetto Cassiopea

La cura emodialittica, cioè la pulizia del sangue che viene effettuata grazie a sofisticate macchine in ricoveri diurni della durata media di 4 ore, obbliga il paziente affetto da insufficienza renale a una serie di limiti e ad un tipo di cura i cui effetti si riflettono anche nel suo ambito familiare e sociale, oltre che sulla sua persona dal punto di vista fisico e psicologico. “Cassiopea è il nome di un progetto innovativo – spiega il Segretario Generale della Fondazione Humanitas, Giuliana Bossi Rocca – strutturato dalla Fondazione in modo organico e continuativo a favore dei pazienti del reparto di Dialisi e delle loro famiglie, per aiutarli a superare i problemi di carattere psicologico, pratico e sociale. A questo scopo, nell’ambito dell’Unità Operativa di Dialisi, sono presenti con orari fissi settimanali una psicologa e un’assistente sociale che sostengono i pazienti e i loro familiari attraverso un consulto personalizzato. A queste figure professionali, si affiancano quotidianamente i volontari della Fondazione che hanno seguito un corso di formazione specialistico proprio per essere attivi al meglio in quest’area”.
Come spiega la volontaria Marisa Ferro, “non è facile comprendere il tipo di patologia e le reazioni delle persone che ne sono affette. Spesso si chiudono in se stesse e tutto si complica ancora di più. Con il tempo e la quotidiana frequentazione si superano queste difficoltà, si stabiliscono con i volontari rapporti di confidenza e di amicizia molto speciali. Conosciamo le loro storie personali e li seguiamo nel tempo. Se manchiamo ci cercano e per questo ormai ci sentiamo importanti nella loro vita. Il nostro ruolo è quello di aiutarli a trascorrere il tempo della cura con serenità e ad acquisire il più possibile familiarità con la struttura ospedaliera che li accoglie”.

Per informazioni:
www.fondazionehumanitas.it

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici