COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Humanitas University, test di Medicina a Milano e 13 capitali europee

Momento storico per Humanitas. Alle ore 14 di martedì 16 settembre 2014 scocca l’ora del primo test di Medicina di Humanitas University. Forum di Assago preso (pacificamente) d’assalto dagli oltre 700 candidati a partire dalle ore 11. Ragazzi italiani e stranieri, spesso accompagnati da amici e famigliari con valigie cariche di speranza. Ad attenderli, nella maxi aula allestita come una vera scuola, lo staff di Humanitas University capitanato dal rettore Marco Montorsi e dal Consigliere Delegato Giorgio Ferrari.

 

 

40 i professionisti di Humanitas arruolati per gestire un evento complesso e delicato come un test di Medicina internazionale (benedetto da Cambridge). Dal check-in dei ragazzi alla gestione del guardaroba, dall’assegnazione dei posti al controllo dei documenti, dalla condivisione delle ferree regole d’ingaggio all’apertura delle buste arrivate dall’Inghilterra, tutto funziona secondo programma. Come un orologio. Ai ragazzi già schierati nei banchi viene offerto anche il pranzo: centinaia di lunch box (anche vegetariani e per celiaci). Prima di iniziare il momento clou, il discorso di augurio del Rettore. “Il test di ammissione per noi è il primo passo ‘operativo’ dopo la creazione di Humanitas University – spiega il prof. Montorsi. Ci dirà chi sono i primi 100 aspiranti medici che cominceranno l’avventura in Humanitas. Siamo contenti che la nostra proposta formativa abbia avuto già da subito un importante riscontro, con tanti giovani italiani e stranieri che si sono iscritti al test. Avremo un corso ben strutturato, internazionale non solo nella componente linguistica ma anche nelle metodologie di esame e di studio, con esperienze formative all’estero”.

 

 

 

I ragazzi stranieri che hanno effettuato il test provengono da Inghilterra, Irlanda, Grecia, Svizzera, Francia, Germania, Finlandia, Svezia, Belgio, Austria, Gibilterra, Lussemburgo, San Marino, India e Polonia. Oltre che a Milano il test si svolge contemporaneamente in 13 città europee (Londra, Parigi, Barcellona, Monaco, Stoccolma, Helsinki, Atene, Vienna, Dublino, Manchester, Amburgo, Reykjavik e Zurigo).

 

Semaforo verde alle 14.10 circa. 100 minuti a disposizione. Gli studenti aprono le buste e cominciano a scrivere. Il test prevede 60 quesiti a risposta multipla (in lingua inglese) di cui 4 di cultura generale, 23 di ragionamento logico, 33 di carattere scientifico (15 di biologia, 10 di chimica, 8 di fisica e matematica). Ogni risposta corretta dà un punteggio di 1.5, ogni risposta sbagliata comporta una penalità di 0,4 punti: per essere ammessi è necessario raggiungere un punteggio di almeno 20/90. Gli ispettori Humanitas fanno la ronda tra le lunghe file di giovani chine sui banchi. Fuori, alle cancellate e nel bar del Forum, le famiglie e i giornalisti attendono notizie. Il dado è tratto, una pagina importante della storia di Humanitas è stata scritta.

 

Humanitas University su TgLa7 Cronache

Guarda il servizio dal minuto 6.10!

 

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici