COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Ginocchio e rigenerazione meniscale: lo studio di Humanitas

I menischi sono importanti strutture dell’articolazione del ginocchio, siti tra tibia e femore e con una funzione di ammortizzazione, stabilizzazione e protezione dell’articolazione dai movimenti di ipertensione e iperflessione. Tra le patologie a cui i menischi possono essere soggetti, le più comuni sono le meniscopatie degenerative, dovute principalmente al passare dell’età, ma anche a un overuse dell’articolazione.

Il trattamento più comune, in questi casi, è l’asportazione del menisco o di parte di esso. Una soluzione che rischia però di recare dei danni importanti all’articolazione, privata del suo naturale ammortizzatore, con conseguente insorgenza di artrosi precoce. Ricercatori e specialisti ortopedici stanno vagliando altre vie per evitare, quanto possibile, l’asportazione del menisco e l’insorgenza dell’artrosi. 

Incentrato sul trattamento conservativo e chirurgico delle meniscopatie degenerative è uno studio Humanitas sull’utilizzo delle infiltrazioni di polinucleati per favorire la rigenerazione meniscale.

Ne parliamo con la professoressa Elizaveta Kon, Responsabile dell’Unità di Ortopedia Traslazionale e del Centro di Ricostruzione Funzionale e Biologica del Ginocchio in Humanitas e docente di Humanitas University.

Meniscopatie degenerative e sostituzione chirurgica

La funzione di ammortizzazione dei menischi è fondamentale per la salute dell’articolazione del ginocchio, ma è possibile che, a causa di traumi, per esempio durante l’attività sportiva, o per il naturale invecchiamento tissutale dovuto al passare degli anni, queste strutture si lesionino. Può capitare dunque, in pazienti non più giovanissimi o che hanno sforzato particolarmente l’articolazione, che il menisco si rompa mentre compiono i movimenti più semplici, come accovacciarsi o alzarsi dalla sedia.

La rottura del menisco provoca un dolore molto intenso, che impedisce al paziente di compiere azioni semplici e abituali. Per questo, per consentire al soggetto di tornare alle sue abituali attività quotidiane, si ricorre generalmente all’asportazione totale o parziale del menisco lesionato o, nei casi di perdita totale del menisco, alla sostituzione totale con l’impianto di menisco da donatore. Il trapianto di menisco è però un’operazione complessa, che implica un lungo processo riabilitativo, a cui si ricorre solo in caso tutto il menisco sia ormai perduto. L’asportazione del menisco o di parte di esso, rischia invece di facilitare l’insorgenza di artrosi del ginocchio, soprattutto in pazienti non più giovanissimi.

Lo studio Humanitas

Lo studio attualmente in corso presso l’Istituto Humanitas di Rozzano si concentra proprio sulla necessità di prevenire per quanto possibile l’artrosi che si può sviluppare con il passare degli anni a causa della mancanza del menisco valido e funzionale e che può condurre, nei casi peggiori, alla necessità di inserire una protesi nell’articolazione. In quest’ottica sono dunque analizzate e trattate le meniscopatie degenerative di pazienti tra i 40 e i 65 anni.

Il tessuto del menisco, infatti, può essere salvaguardato tramite infiltrazioni ecoguidate intrameniscali di una sostanza composta da polinucleatidi, ovvero fattori di crescita di estrazione animale, già utilizzati per le infiltrazioni intra-articolari e in ambito estetico. 
Lo studio ha particolare rilevanza poiché  le infiltrazioni di polinucleatidi contribuiscono a rivitalizzare il tessuto meniscale, rendendolo più compatto. Questa tipologia di trattamento potrebbe dunque ritardare sensibilmente il processo degenerativo e l’insorgenza dell’artrosi e garantire al paziente una buona salute dell’articolazione del ginocchio.

L’arruolamento dei pazienti nello studio viene effettuato previa valutazione clinica da parte dei medici dell’équipe del Centro per la Ricostruzione Funzionale e Biologica del Ginocchio: Prof. M. Marcacci, Prof. E. Kon, Dr. F. Iacono, dr. T. Bonanzinga, dr. B. Di Matteo, Dr. G. Raspugli.

Specialista in Ortopedia e Traumatologia

Visite ed esami

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici