COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Distacco della retina: i sintomi e le cause

Il distacco della retina è una delle cause più frequenti di perdita improvvisa della vista, la cui prognosi peggiora quando la parte di retina che si stacca è la macula, ovvero quella centrale.

Può colpire persone di qualsiasi età, ed è una patologia che va trattata immediatamente, ai primi sintomi. 

Approfondiamo l’argomento con il professor Paolo Vinciguerra, Responsabile dell’Unità Operativa di Oculistica di Humanitas e professore ordinario di Humanitas University.

Che cos’è il distacco della retina?

Il distacco di retina descrive una situazione di emergenza in cui la retina si allontana dalla sua posizione normale.

Il distacco di retina separa le strutture retiniche dallo strato di vasi sanguigni coroideali, che fornisce ossigeno e nutrimento all’occhio. Più a lungo il tempo in cui il distacco della retina non viene trattato, maggiore è il rischio di perdita permanente della vista nell’occhio colpito.

Distacco della retina: i sintomi

Il distacco della retina è indolore, ma i segnali di avvertimento compaiono quasi sempre prima che si verifichi o sia avanzato, come ad esempio:

  • improvvisa comparsa di minuscoli granelli che sembrano spostarsi attraverso il campo visivo;
  • lampi di luce in uno o entrambi gli occhi (fotopsia);
  • visione offuscata;
  • visione laterale (periferica) gradualmente ridotta;
  • percezione nel campo visivo di uno scotoma, che è un’ombra simile a una tenda, che progressivamente si espande.

Quali sono le cause del distacco della retina?

Esistono tre diversi tipi di distacco della retina: il regmatogeno, il trazionale e l’essudativo.

  • Regmatogeno. I distacchi regmatogeni, i più comuni, sono causati da un foro o una lacerazione nella retina che consente al fluido di passare e raccogliersi al di sotto della retina. Questo fluido si accumula e provoca l’allontanamento della retina dai tessuti sottostanti. Le aree in cui la retina si stacca perdono l’afflusso di sangue e smettono di funzionare, causando la perdita della vista. La causa più comune di distacco regmatogeno è l’invecchiamento. Con l’età, il materiale gelatinoso che riempie l’interno dell’occhio, noto come vitreo, può cambiare consistenza e restringersi o diventare più liquido. Normalmente, il vitreo si separa dalla superficie della retina senza complicazioni, una condizione comune chiamata distacco del vitreo posteriore (PVD). Quando il vitreo si separa o si stacca dalla retina, può tirare la retina con una forza sufficiente per creare una lacerazione retinica. Se non trattato, il vitreo liquido può passare attraverso la lacrima nello spazio dietro la retina, provocando il distacco della retina.
  • Trazionale. Questo tipo di distacco può verificarsi quando il tessuto cicatriziale cresce sulla superficie della retina, provocando l’allontanamento della retina dalla parte posteriore dell’occhio. Il distacco della trazione si osserva in genere nelle persone che hanno il diabete o altre condizioni scarsamente controllate.
  • Essudativo. In questo tipo di distacco, il liquido si accumula sotto la retina, ma non ci sono buchi o lacerazioni nella retina. Il distacco essudativo può essere causato da degenerazione maculare legata all’età, lesioni agli occhi, tumori o disturbi infiammatori.

Come prevenire il distacco della retina

La prevenzione del distacco di retina si attua conoscendone i sintomi di allarme (lampi di luce, mosche volanti, tenda nera) e sottoponendosi con assoluta urgenza a una visita oculistica in caso di comparsa di uno o più di questi.

L’unica efficace forma di prevenzione dei danni funzionali è inoltre la velocità con cui si riesce a intervenire in caso di rottura. Si potrà quindi effettuare un intervento chirurgico o un trattamento ambulatoriale di fotocoagulazione laser della retina.

In certi casi, seppur rari, è possibile eseguire trattamenti laser retinici anche in pazienti che presentano degenerazioni retiniche periferiche, condizioni che possono portare a rotture della retina.

Come trattare il distacco della retina

L’intervento chirurgico può essere eseguito in anestesia locoregionale oppure in anestesia generale. È possibile una chirurgia dall’esterno, in cui senza entrare dentro l’occhio si applicano sulla sclera cerchiaggi o piombaggi favorendo il rilascio delle trazioni e la chiusura delle rotture retiniche. Esiste poi una chirurgia dall’interno, in cui si rimuove il vitreo, ossia il gel contenuto dentro l’occhio, e con l’aiuto di tamponanti, si riposiziona e sostiene la retina distaccata fino alla cicatrizzazione. In alcuni casi è necessario un secondo intervento chirurgico a distanza di alcuni mesi per rimuovere il tamponante. Oggi è possibile eseguire l’intervento con tecniche chirurgiche mininvasive con accessi di dimensioni di circa 0,5 mm.

Visite ed esami

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici