COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Deterioramento della cartilagine del ginocchio: cos’è e come si cura

La cartilagine è il rivestimento che, come uno smalto, ricopre e protegge le nostre articolazioni tra cui, chiaramente, anche quella del ginocchio. Senza la cartilagine non sarebbero possibili una serie di funzionalità, compreso il movimento, pertanto è fondamentale per il nostro benessere mantenere la cartilagine il più possibile sana. Con l’invecchiamento o a seguito di traumi, tuttavia, la cartilagine può deteriorarsi, come spiega la professoressa Elizaveta Kon, Responsabile della Sezione di Ortopedia Traslazionale del Centro della ricostruzione del ginocchio di Humanitas e docente di Humanitas University, intervistata da Radio Number One. 

Deterioramento della cartilagine: le cause

“La cartilagine può deteriorarsi sia a causa di problematiche correlate all’invecchiamento, sia per altre ragioni fisiologiche, come un abuso delle articolazioni, un eccesso di attività fisica o, al contrario, un’attività troppo scarsa, o una condizione di sovrappeso: un aspetto, quest’ultimo, che influenza molto la salute delle articolazioni e il metabolismo. A questi fattori di rischio si aggiungono anche i traumi improvvisi, in cui si può incorrere a ogni età”, spiega la professoressa Kon. Una delle cause frequenti del deterioramento della cartilagine è costituita anche dai pregressi interventi chirurgici, soprattutto l’asportazione del menisco. 

Rigidità e gonfiore: i sintomi del deterioramento della cartilagine

“La cartilagine è solo un elemento dell’intera articolazione, quindi i problemi che la riguardano sono di natura più ampia. Per questo è fondamentale curare ogni aspetto della patologia del paziente, che va seguito tenendo conto della sua storia clinica con completezza. I sintomi più comuni che indicano un possibile deterioramento della cartilagine sono una sensazione di rigidità e gonfiore al ginocchio. È una sintomatologia che può interessare una persona anziana affetta da artrosi, ma anche un individuo giovane che è incorso in un trauma sportivo, anche se la patologia è diversa”, continua la professoressa.

Infiltrazioni biologiche: una nuova strada di cura

“Salvo quei casi in cui è necessario intervenire con un intervento chirurgico per sostituire l’articolazione, le terapie più comuni per trattare una cartilagine deteriorata sono quelle infiltrative, per esempio con l’acido ialuronico, utile a lubrificare l’articolazione. Ma anche le infiltrazioni biologiche, che, a differenza di quelle farmacologiche, vengono effettuate con dei concentrati di tessuti e cellule del nostro organismo solo minimamente modificati, come i fattori di crescita del sangue o le cosiddette cellule staminali”,  approfondisce la specialista.

“Le infiltrazioni biologiche non sono dolorose e sono particolarmente utili a rallentare il progredire del deterioramento cartilagineo, ma in presenza di artrosi grave, quando l’articolazione è molto compromessa, è necessario fare ricorso alla chirurgia protesica
È molto importante, quando si parla di infiltrazioni, fare riferimento solamente ai centri autorizzati, poiché si tratta di una terapia che va effettuata esclusivamente da medici specialisti”, conclude la professoressa Kon.

Specialista in Ortopedia e Traumatologia

Visite ed esami

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici