COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Curare il corpo e la mente: la medicina estetica diventa interconnessione

L’obiettivo della medicina estetica non è più solo quello di eliminare i difetti estetici ma di curare l’insieme della persona. Lo scopo ultimo è portare il paziente al raggiungimento di uno stato di benessere completo, sia dal punto di vista fisico, sia da quello mentale e sociale.

A novembre, presso l’Istituto Clinico Humanitas, si è tenuto il congresso ICAMP (International College of Aesthetic Medicine Practical), durante il quale sono intervenuto specialisti del ringiovanimento, nutrizionisti, psicologici e insegnanti di meditazione.

In che cosa consiste il progetto?

L’ideatrice del progetto, la dottoressa Anna Maria Veronesi, spiega che il paziente va considerato nella sua completezza, valutando sia l’aspetto fisico sia quello emotivo, ovvero l’immagine di sé che sta sempre alla base del sentimento di soddisfazione o insoddisfazione personale.

Occorre poi sottolineare l’importanza dell’integrazione di strumenti e competenze in grado di risolvere l’inestetismo e di ripristinare quell’armonia di funzioni piscologiche, fisiche ed energetiche che influenzano l’invecchiamento.

Il primo passo è sempre la visita medica, che anticipa il protocollo bastato sulla collaborazione di medici nutrizionisti, psicologi ed esperti di addestramento mentale.

I professionisti intervenuti spiegano che l’interconnessione è il punto di forza del progetto. I pazienti, infatti, che si rivolgono al medico estetico avvertono l’urgenza di sentirsi in armonia con il proprio aspetto. Non si tratta quindi solo della volontà di apparire più giovani.

Salute psicofisica: quali sono gli specialisti coinvolti?

Le emozioni giocano un ruolo fondamentale non solo a livello psicologico ma anche sul piano biochimico. Il sistema immunitario, l’apparato neuroendocrino e lo stato emozionale diventano parte di un dialogo che può incidere sull’equilibrio dell’intero organismo.

Il professor Vincenzo Soresi, autore de “Il cervello anarchico”, pubblicato da UTET, spiega il ruolo fondamentale delle emozioni come responsabili di salute e bellezza, o, nel caso di emozioni negative, di inestetismi e patologie. Proporre un approccio alla bellezza che tenga conto della salute psicofisica è ciò che rende efficace la scienza estetica.

Nello specifico, il protocollo si propone di infondere nel paziente quella serenità frutto di uno specifico addestramento mentale ed emotivo grazie alle tecniche di rilassamento e meditazione. Lo psicologo ha il compito di guidare il paziente nella conoscenza delle reali esigenze che inducono alla necessità di modificare il proprio corpo.

Inoltre, è previsto l’intervento di un nutrizionista che metta in luce il rapporto tra cibo, disattivazione dei geni dell’invecchiamento e attivazione dei geni di lunga vita. Grazie al trattamento estetico, inoltre, si completa un percorso che prevede, oltre all’eliminazione del difetto, la piena soddisfazione della persona.

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici