COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Colpo di calore, cosa fare?

“Il colpo di calore deriva da un’incapacità del nostro organismo di termoregolare e di sopperire a eventuali sbalzi di temperatura, con conseguente produzione eccessiva di calore rispetto alla nostra capacità di disperderla”, così il dottor Antonio Voza, Responsabile del Pronto Soccorso in Humanitas, spiega che cos’è il colpo di calore in una video-intervista su “Ok salute e benessere”.

Il colpo di calore si instaura in presenza di tre meccanismi favorenti: una temperatura parecchio elevata, un alto grado di umidità e una mancanza di ventilazione.

Schermata 2016-07-19 alle 10.10.41

Quali sono i sintomi del colpo di calore?

La sintomatologia del colpo di calore è piuttosto specifica: malessere generale, in alcuni casi agitazione e stati di allucinazione, temperatura corporea molto elevata (che può superare i 41°), cute calda e asciutta, a tal punto che nel 50% dei casi il paziente non presenta sudorazione.

 

Cosa fare in caso di colpo di calore?

Dapprima è consigliabile allontanare il paziente dall’ambiente caldo umido e non ventilato in cui si trova. Procedere poi a spogliarlo per raffreddare il corpo (aiutandosi eventualmente anche con acqua), ventilarlo il più possibile e porlo in posizione distesa con le gambe sollevate per facilitare l’apporto di sangue al cervello ed evitare eventuali complicanze, come sincope o perdita di coscienza. Pian piano, una volta raggiunta la temperatura corporea idonea, è possibile reidratarlo con piccoli sorsi d’acqua.

Vista la specificità dei fattori favorenti, è consigliabile seguire semplici accorgimenti: evitare di esporsi ai raggi del sole nelle ore più calde della giornata e qualora accada, proteggersi; ventilare gli ambienti, anche con aria condizionata (meglio ancora se integrata con deumidificatore) non inferiore però ai 24-25°; privilegiare abiti freschi in cotone o lino che traspirano; idratarsi adeguatamente e consumare frutta e verdura.

 

Per guardare la video-intervista completa al dott. Voza clicca qui

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici