COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Cirrosi biliare, una lettura magistrale

Una lecture su questa patologia autoimmune del fegato inaugura una serie di interventi affidati a giovani ricercatori già affermati in campo epatologico.

In occasione del meeting annuale dell’Associazione Italiana per lo Studio del Fegato (AISF), che si terrà all’Università La Sapienza di Roma il 25 e 26 febbraio prossimi, verrà inaugurata una nuova serie di letture magistrali, chiamate “Young Investigature Lecture”. Il primo di questi interventi sarà tenuto dal dott. Pietro Invernizzi, membro dell’Associazione e responsabile del Laboratorio di Immunopatologia Epatobiliare presso l’Istituto Clinico Humanitas. La lettura riguarderà la cirrosi biliare primitiva e sarà la prima di una serie di occasioni annuali affidate a giovani ricercatori italiani e stranieri che hanno già alle spalle un curriculum di rilievo e operano nel campo epatologico.

“Nel corso di questa lecture – spiega il dott. Invernizzi – presenterò le conoscenze più attuali riguardo alla cirrosi biliare primitiva, l’argomento su cui si è maggiormente concentrato il mio lavoro scientifico. Si tratta di una malattia autoimmune delle vie biliari del fegato, conseguenza di un’aggressione autoimmunitaria diretta contro i colangiociti, le cellule dei canali biliari, che drenano la bile dal fegato verso l’intestino”.

La cirrosi biliare primitiva è una patologia rara che causa un’infiammazione e un’ostruzione della rete biliare e quindi una stasi della bile nel fegato. Il gruppo del dott. Invernizzi segue una delle più ampie casistiche di questa malattia in Italia e tra le più rilevanti a livello internazionale. In Humanitas la ricerca scientifica su questo argomento ha raggiunto un livello tra i più avanzati dal punto di vista clinico ed epidemiologico oltre che sulle cause e sui possibili trattamenti. “Mi occupo di questa patologia da anni – conclude il dott. Invernizzi – e oggi in Humanitas porto avanti i miei studi, arricchendoli con la mia contemporanea esperienza di Adjanct Assistant Professor presso la University of California a Davis (USA), dove lavora il più importante gruppo di scienziati dedicato a questa malattia del fegato”.

A cura della Redazione

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici