COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Chirurgia cardiovascolare: a Humanitas importante riconoscimento da Università di Oxford

Un prestigioso riconoscimento per Humanitas e i suoi esperti: l’Università di Oxford ha infatti assegnato al Dipartimento Cardiovascolare di Humanitas il Ribbon “per il contributo allo studio multicentrico internazionale ACST-2, finalizzato a meglio definire le linee guida di trattamento dei pazienti affetti da stenosi carotidea asintomatica“.

“A tutt’oggi la tromboendoarteriectomia (TEA) carotidea rappresenta la migliore opzione possibile nella prevenzione dell’ictus ischemico per i pazienti portatori di stenosi carotidea critica – ha spiegato il Professor Efrem Civilini, Responsabile dell’Unità Operativa di Chirurgia Vascolare di Humanitas e P.I. dello studio per il nostro Istituto – garantendo ottimi risultati clinici a breve ed a lungo termine”.

“Il trial – ha proseguito Civilini – è finalizzato a definire se esista una sotto-popolazione di pazienti, ritenuti più a rischio, che possano beneficiare invece maggiormente della chirurgia endovascolare (come angioplastica e stenting carotideo, il cosiddetto “palloncino”).

A breve terminerà l’arruolamento dei 3600 pazienti previsti dallo studio, provenienti da 32 nazioni in tutto il mondo, e che ha coinvolto in Humanitas le Unità Operative di Chirurgia Vascolare 1 e 2, Cardiologia Clinica ed Interventistica, Radiologia interventistica e Neurologia, rappresentando un’importante occasione di collaborazione mutidisciplinare.

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici