COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Asma da sforzo: come riconoscerla e come gestirla?

Risponde la dottoressa Francesca Racca, specialista del Centro Medicina personalizzata Asma e Allergologia di Humanitas

“L’asma da sforzo è una patologia un po’ a parte, riguarda specialmente i bambini, ma può aversi anche negli adulti. Diversamente dall’asma bronchiale (che può essere allergica o non allergica), l’asma da sforzo si presenta solo durante l’attività sportiva.

I farmaci che si possono assumere sono di due tipi: un broncodilatatore (come il salbutamolo) da assumere prima dell’attività sportiva e durante in caso di comparsa dei sintomi, e un farmaco che agisce sull’infiammazione derivata dalle prostaglandine che si può assumere continuativamente alla sera per ridurre l’asma e i sintomi durante l’attività fisica.

La presenza di asma da sforzo non controindica l’attività sportiva che anzi è consigliata nel paziente asmatico, soprattutto quella di tipo aerobico. Bisogna dunque controllare i sintomi, ma la malattia non deve influire sull’attività fisica e sulle attività quotidiane della persona affetta da asma bronchiale”.

Specialista in Allergologia e Immunologia Clinica

Visite ed esami

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici