COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Anestesia: tipologie e differenze

L’anestesia è la desensibilizzazione dell’organismo precedente all’intervento chirurgico. Viene indotta attraverso l’utilizzo di farmaci e può interessare l’intero organismo o una parte di esso.

Ne hanno parlato i professionisti di Humanitas.

Che cos’è l’anestesia?

Il termine anestesia deriva da una parola greca che significa “perdita di sensibilità”. Tramite l’anestesia, l’organismo o una parte di esso viene reso insensibile allo stimolo chirurgico. Questo avviene quasi sempre tramite l’impiego di farmaci, somministrati per via generale o loco-regionale. Alcune procedure anestesiologiche utilizzate più raramente prevedono l’uso del freddo, al fine di rendere insensibile la zona da operare; in questo caso si parla di crioanalgesia. Inoltre, esistono tecniche sperimentali che includono l’utilizzo dell’ipnosi.

Che differenze ci sono tra anestesia generale e loco-regionale?

Durante l’anestesia generale il paziente viene addormentato e anestetizzato totalmente, con conseguente perdita di coscienza. Spesso si fa ricorso ai farmaci miorilassanti che rilasciano completamente i muscoli e consentono al chirurgo di operare in condizioni ottimali. È previsto inoltre l’utilizzo di farmaci per togliere il dolore al paziente.

L’anestesia loco-regionale, invece, interessa soltanto la zona da sottoporre all’intervento. Questo comporta un minore impiego di farmaci, assieme a un minor rischio di complicanze e disturbi postoperatori, come per esempio il vomito. Qualora fosse possibile effettuare un’anestesia loco-regionale, essa sarebbe probabilmente l’anestesia di scelta.

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici