La tecnologia 5G può essere applicata a diversi ambiti della sanità, come è emerso nel corso dell’evento “5G Healthcare – Vodafone Conference & Experience Day”: un’occasione di confronto sul ruolo che le nuove tecnologie rivestiranno in futuro.

Presente anche Humanitas, che è impegnata in quattro progetti che sfruttano la tecnologia 5G.

Radiologia: sistemi di analisi e consulto medico da remoto

Un progetto di telegestione e teleconsulto dedicato alla Radiologia, che consente a tecnici e medici specialisti di poter collaborare da remoto durante e subito dopo l’esecuzione di esami radiologici. La tecnologia 5G, infatti, permette di condividere video e immagini radiologiche DICOM ad altissima risoluzione in mobilità e in tempo reale, garantendo la sicurezza nella gestione di questi dati sensibili. Il progetto è in corso, in via sperimentale, presso l’Unità Operativa di Radiologia di Humanitas.

Il progetto è realizzato da Vodafone con Exprivia – Italtel e Humanitas.

BPCO e asma: monitoraggio remoto del paziente

Un progetto di telemedicina per la gestione e la cura da remoto di pazienti affetti da patologie respiratorie, come BPCO (Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva) e asma, che consente di facilitare l’accesso alle cure, prevenire le riacutizzazioni e ridurre i costi legati all’assistenza sanitaria ospedaliera.  La tecnologia 5G permette di trasmettere ed elaborare in tempo reale una grande quantità di dati rilevati in modo continuo e di gestirli in totale sicurezza. Inoltre, la bassa latenza permette di intervenire prontamente in situazioni critiche.

Il progetto è realizzato da Vodafone con il Politecnico di Milano e Humanitas.

Medical Cognitive Tutor: un aiuto per gli studenti di Medicina

Questa soluzione consente agli studenti di Medicina di imparare e di esercitarsi sul processo diagnostico tramite una piattaforma nata dalla collaborazione fra Humanitas University, Humanitas e IBM, sviluppata con Vodafone e resa disponibile sulla rete 5G.
Gli studenti potranno esercitarsi in mobilità, con tempi di latenza minimi dell’applicativo, e visualizzando in alta definizione sia immagini radiologiche sia video diagnostici per la formulazione della diagnosi finale.

Monitoraggio di pazienti con problemi cardiaci

Questa soluzione consente di monitorare lo stato di pazienti non ricoverati con problemi cardiaci e di personalizzarne la cura, intervenendo in caso di anomalie. Grazie al 5G, i dati del paziente raccolti attraverso indumenti dotati di sensori continuamente attivi, vengono inviati a una piattaforma che sfrutta un sistema di intelligenza artificiale per monitorare lo stato di salute del paziente in tempo reale durante le sue attività quotidiane.

Il progetto è realizzato da Vodafone con Humanitas, L.I.F.E. e Exprivia|Italtel.