L’asma è una malattia infiammatoria cronica delle vie aeree ed è causata prevalentemente da fenomeni allergici. “È un fenomeno immunologico e in quanto tale va studiato e diagnosticato”: ha sottolineato il professor Giorgio Walter Canonica, Direttore Centro Medicina Personalizzata: Asma e Allergologia in Humanitas e professore di Humanitas University, ospite in studio a Tg2 Medicina 33.

La diagnosi precoce è fondamentale e va effettuata in maniera corretta: “In Italia, nel 50% dei casi i pazienti vengono diagnosticati e trattati senza una prova di funzionalità respiratoria. Questa invece è molto importante perché un soggetto asmatico può avere una respirazione normale anche da un punto di vista funzionale, ma se stimolato – come avviene con questo tipo di esame – si può identificare o meno l’iperreattività bronchiale”, sottolinea il prof. Canonica.

“Da qualche anno è anche possibile effettuare la misurazione nell’esalato (ovvero l’aria espirata) dell’ossido nitrico, un gas che valuta la presenza o meno di un’infiammazione a livello bronchiale. Questo permette in maniera poco invasiva di disegnare, e successivamente monitorare, una corretta terapia”, ha aggiunto lo specialista.

Le novità nella terapia

Sono state di recente approvate le nuove linee guida internazionali sul trattamento dell’asma.

“Si tratta di un cambiamento epocale nella gestione dell’asma. Per decenni abbiamo trattato i pazienti con il broncodilatatore e breve durata d’azione (salbutamolo), ma è ormai assodato – anche nelle linee guida – che poiché vi è una base infiammatoria, il broncodilatatore non basta, ma occorre anche un antinfiammatorio, cioè lo steroide inalatorio in combinazione con il formoterolo (LABA-broncodilatatore a lunga durata), che agisce velocemente come il salbutamolo ma dura 12 ore, molto di più della vecchia terapia (4 ore), con miglioramento dei sintomi clinici e della qualità della vita del paziente. I vantaggi rispetto alle cure precedenti sono consistenti e finalmente la novità è recepita anche nelle linee guida”, ha spiegato il professor Canonica.

Guarda l’intervista completa al professor Canonica, clicca qui.

 

Prenota una visita con il Prof. Giorgio Walter Canonica