La valvola mitrale è una delle quattro valvole con la funzione di assicurare il corretto scambio di ossigeno e anidride carbonica con i polmoni a vantaggio di tutto il corpo.

La valvola mitrale, posizionata tra atrio sinistro e ventricolo sinistro, può subire danneggiamenti a seguito di varie patologie, come spiega la dottoressa Lucia Torracca, Responsabile di Cardiochirurgia di Humanitas.

 

Quali sono le cause del cattivo funzionamento della valvola mitrale?

“Le cause di insufficienza della valvola mitrale sono molteplici. – spiega la dottoressa Torracca – La più diffusa nel nostro Paese è la malattia degenerativa, che provoca una debolezza dei tessuti e che riguarda circa il 95% dei casi. Altre cause meno frequenti sono le malattie reumatiche o le infezioni della valvola”.

Con quali sintomi si manifestano le malattie della valvola mitrale?

“La malattia mitralica rimane asintomatica per lunghi periodi. Quando si manifesta, lo fa con sintomi specifici, come difficoltà di respirazione e frequenti extrasistoli, per cui il paziente avverte una sensazione continua di battito accelerato. Nelle forme più avanzate e più gravi si può inoltre manifestare con episodi di edema polmonare”.