COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225
Dott. Elena Albe'

Dott. Elena Albe'

Assistente
Oculistica
Fa parte del Centro Oculistico
PRENOTA UNA VISITA
Specialità

Io in Humanitas

Unità operativa
Oculistica
Ruolo in Ospedale
Assistente
Aree mediche di interesse
Servizio di Cornea e Chirurgia Refrattiva
Aree di ricerca di interesse
Dal 2006 ad oggi, si interessa degli effetti del Cross Linking sulla biomeccanica corneale, dell'isteresi corneale e della resistenza del tessuto corneale misurati da strumenti quali l'Ocular Response Analyzer e il Corvis. Inoltre, sta raccogliendo i dati a lungo termine sulla sicurezza e gli effetti a lungo termine del Cross Linking sulla topografia e l'aberrometria corneale in pazienti con cheratocono, degenerazione marginale pellucida ed ectasia post refrattiva. Dal 2003 al 2005, ha concentrato i propri studi sui meccanismi molecolari alla base delle neovascolarizzazioni corneali, presso il Dipartimento di Ophthalmologia del Massachusetts Eye and Ear Infirmary, diretto dal Prof. Dimitri Azar. Sempre nell’ambito del Massachusetts Eye and Ear Infirmary, ha frequentato lo Schepens Eye Research Institute, dove ha potuto apprendere le seguenti tecniche: l'analisi proteomica, l’immunoistochimica, il Western Blot, l'estrazione di RNA, la microscopia confocale ed epifluorescente, le colture cellulari, i meccanismi di transfezione genica e i modelli animali. Dal 2000 al 2004, ha approfondito, con la propria tesi di laurea, gli aspetti strumentali relativi alla diagnosi precoce della patologia glaucomatosa mediante Heidelberg Retinal Tomograph e GDx, studiando la riproducibilità nella valutazione del nervo ottico con HRT, e contribuendo alla pubblicazione di lavori scientifici sulla riproducibilità nella misurazione dello spessore corneale con pachimetria ultrasonica, presso il Dipartimento di Oftalmologia dell’Ospedale San Paolo di Milano.
Specializzazione
Oftalmologa
Area Medica
Oculistica
Pubblicazioni personali su PubMed

Esperienze professionali

2005 - 2006
Aravind Eye Hospital - Tamil Nadu, Madurai, India
Fellowship Clinica in Cataratta
2003 - 2005
Massachusetts Eye and Ear Infirmary Schepens Eye Research Institute , Harvard Medical School, Boston, MA
Penultimo Ruolo e Descrizione Attività
Fellowship Clinica e di Ricerca in Cornea e Chirurgia refrattiva Dal 1998 al 2000: Internato in Oftalmologia, presso l’Ospedale San Paolo Dal 1996 al 1998: Internato in Chirurgia Toracica presso il Policlinico di Milano

Formazione

09/11/2004
Oftalmologa
17/07/2000
Laurea in Medicina e Chirurgia
Università degli Studi di Milano

Attività Scientifiche

Nazione
Italia

L'Ospedale

Ospedale policlinico alle porte di Milano con centri specializzati per la cura di cancro, malattie cardio-vascolari, neurologiche ed ortopediche.

La ricerca

Il centro di Ricerca di Humanitas è un punto di riferimento mondiale per le malattie legate al sistema immunitario, dal cancro all’artrite reumatoide.

L'Università

L’ospedale Humanitas e Fondazione Humanitas per la Ricerca sono promotori di Humanitas University, ateneo non statale riconosciuto dal Ministero dell'Istruzione.

In evidenza

1. Percorso clinici multidisciplinari

Presso i centri specialistici di Humanitas (Cancer center, Cardio Center, Neuro Center, Ortho Center, Fertility Center, Centro Oculistico), è regola la collaborazione multidisciplinare di tutti gli specialisti – che possono intervenire nel percorso di cura del nostro paziente.

2. Lean e miglioramento continuo

Mettere al centro la qualità per noi significa essere filosoficamente disponibili come professionisti a metterci in discussione e a migliorare, individuando ogni area di possibile cambiamento e imparando dalle nostre esperienze.

3. Gli indicatori per misurare la qualità

Qualità, per noi, significa confrontarci in maniera trasparente e oggettiva con i risultati del nostro lavoro, in un percorso di miglioramento continuo basato su un’attenta analisi dei dati.