COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Tendinite di De Quervain (tenosinovite stenosante di De Quervain)

Che cos’è la tendinite di De Quervain?

La tendinite di De Quervain è un’infiammazione dell’abduttore lungo e dell’estensore breve, due tendini del polso che passano attraverso il canale di De Quervain e permettono l’apertura e parte dell’estensione del pollice. La patologia è anche chiamata “malattia delle mamme e delle nonne”, perché il movimento che mette in tensione l’abduttore lungo e l’estensore breve è quello che tipicamente si compie quando si sollevano i bambini.

Quali sono le cause della tendinite di De Quervain?

La patologia si sviluppa quando i due tendini si infiammano e aumentando di volume sfregano contro il canale in cui passano, provocando dolore nella zona del polso o nei movimenti di apertura del pollice.

Quali sono i sintomi della tendinite di De Quervain?

Il dolore si localizza a livello del polso e aumenta in caso di estensione o di flessione forzata del pollice e del polso.

Diagnosi

La diagnosi della tendinite di De Quervain è puramente clinica e non necessita ulteriori esami esplorativi.

Trattamenti

Quando la tendinite è ancora ai primi stadi, la cura può prevedere l’utilizzo di un tutore confezionato su misura e da indossare solo durante la notte. Se, però, la patologia peggiora, per esempio a causa di un mancato trattamento iniziale, diventa necessario ricorrere all’intervento chirurgico.

L’intervento chirurgico per la tendinite di De Quervain è mini-invasivo, viene effettuato in anestesia locale e ha una durata molto breve, di poco più di cinque minuti. Il paziente, a seguito dell’operazione, è libero di riprendere fin da subito tutte le attività, senza che sia necessario immobilizzare mano e polso.