COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Sindrome del piriforme


Cos’è la sindrome del piriforme?

La sindrome del piriforme è una condizione anatomica molto rara, caratterizzata dalla compressione del nervo sciatico a causa del muscolo piriforme o di altri muscoli vicini, situati tutti nella regione glutea, in profondità, appena dietro all’articolazione dell’anca. Questo muscolo ha origine dal sacro e si inserisce sul trocantere femorale. Quando il piriforme si contrae, può esercitare una pressione sul nervo sciatico causando dolore e altri sintomi.

Quali sono i sintomi della sindrome del piriforme?

I principali sintomi includono un dolore persistente e cronico, formicolii o intorpidimenti che si avvertono inizialmente in regione glutea e possono irradiarsi lungo il decorso del nervo sciatico, raggiungendo la parte posteriore della coscia, il polpaccio e talvolta arrivando fino al piede. Il dolore tende a intensificarsi quando il muscolo piriforme è sollecitato in modo particolare, come durante la seduta prolungata su superfici dure e anguste o durante attività fisiche come la corsa.

Quali sono le cause della sindrome del piriforme?

A oggi non è stata chiarita del tutto la causa scatenante, si ritiene che alcune condizioni anatomiche favorenti, unitamente a uno stato di accentuata tensione del muscolo piriforme, possano portare a un’irritazione del nervo sciatico. Questo fenomeno può verificarsi durante l’attività fisica intensa, come la corsa, o in situazioni statiche, come la permanenza prolungata in posizione seduta, specialmente su superfici dure che aumentano la pressione sul muscolo e, di conseguenza, sul nervo.

Sindrome del piriforme: gli esami per la diagnosi

La sindrome del piriforme viene diagnosticata per esclusione e si basa principalmente sulla descrizione dei sintomi da parte del paziente e sull’esame clinico. Essendo i sintomi e i segni clinici (specifiche manovre effettuate in visita dal medico) comuni a molte altre condizioni patologiche, si cerca di escludere con trattamenti mirati o esami diagnostici quelle più frequenti; se non ci sono riscontri e il paziente continua a essere sintomatico si sospetta una sindrome del piriforme. 

Come trattare la sindrome del piriforme?

Trattandosi di una problematica rara e con sintomi variabili non esiste un trattamento univoco, sempre efficace; certamente va considerata l’interruzione delle attività che causano dolore. È importante cambiare spesso posizione se seduti per lungo tempo. Gli esercizi di stretching per i muscoli dell’anca e il piriforme possono essere di aiuto. Per controllare l’infiammazione e il dolore si possono usare FANS o altri analgesici. A volte si può ricorrere a iniezioni di corticosteroidi vicino al muscolo piriforme per ridurre il dolore. Solo in rari casi si considera un intervento chirurgico.

Visita fisiatrica

La visita fisiatrica è un esame volto a valutare, in un’ottica di riabilitazione e recupero delle funzioni del paziente, lo stato di salute della persona che presenta condizioni problematiche di varia tipologia.

Unità Operative