COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Esofago di Barrett

Che cos’è l’esofago di Barrett?

L'esofago di Barrett è una condizione in cui le cellule della mucosa che riveste l'esofago vengono danneggiate. L'esofago di Barrett viene spesso diagnosticato a persone che soffrono di reflusso gastroesofageo cronico: la causa più frequente all'origine di questa patologia è infatti la ripetuta esposizione della mucosa esofagea all'acidità tipica del reflusso.

L’esofago di Barrett è una condizione che si verifica quando il tessuto che riveste l'esofago viene sostituito con una nuova mucosa di tipo intestinale, generata dall’esofago stesso. Si tratta di una complicanza della malattia da reflusso gastroesofageo.

Chi soffre di esofago di Barrett ha un rischio maggiore di sviluppare il cancro all'esofago: per questo motivo il monitoraggio di questa condizione si basa su esami periodici volti a individuare la presenza nell'esofago di cellule precancerose.

Quali sono le cause dell’esofago di Barrett?

L’esofago di Barrett è una conseguenza del reflusso gastroesofageo e la mucosa – che l’esofago genera in modo spontaneo – è da considerare come una difesa ai continuo attacchi acidi dovuti al reflusso.

Quali sono i sintomi dell'esofago di Barrett?

Molti soggetti affetti da esofago di Barrett non presentano alcun sintomo. Tuttavia, la maggior parte delle volte i sintomi sono sovrapponibili a quelli della malattia da reflusso gastroesofageo, anche se possono presentarsi in forma più accentuata e prolungata:

Come prevenire l’esofago di Barrett?

Alleviare i sintomi della malattia da reflusso gastroesofageo può aiutare a diminuire il rischio di ammalarsi di esofago di Barrett. Può quindi essere utile:

  • Suddividere l’alimentazione giornaliera in 4-5 piccoli pasti.
  • Evitare cibi grassi e alcol e limitare il consumo di alimenti come cioccolato, menta, caffè e tè, che stimolano il reflusso.
  • Non indossare cinture o abiti troppo stretti e non sdraiarsi prima che siano trascorse 2-3 ore dopo aver mangiato.