COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Ernia del disco

L'ernia del disco è una condizione che può essere molto dolorosa e si verifica quando la parte gelatinosa tra le singole vertebre della colonna vertebrale fuoriesce dalla sua sede naturale e, infilandosi tra i dischi, provoca un'infiammazione dei nervi. Il problema è causato dalla rottura della parte più esterna e dura che contiene il cuscinetto gelatinoso, che può verificarsi in seguito a usura e invecchiamento, traumi o movimenti anomali come la torsione della schiena.

Che cos'è l'ernia del disco?

Si definisce erniazione la perdita di materiale gelatinoso che normalmente si trova in cuscinetti, dischi, posti tra una vertebra e l'altra. Questi dischetti sono composti da una parte interna gommosa e da una parte esterna fibrosa e dura che contiene la gelatina. I dischi intervertebrali permettono un movimento naturale della colonna vertebrale, consentendo la flessibilità della struttura e preservandola dall'usura e dal contatto tra i dischi. Tuttavia, in alcuni casi, la rottura della parte esterna determina la fuoriuscita del materiale tra una vertebra e l'altra, causando l'irritazione dei nervi che circondano la colonna e, quindi, un dolore spesso insopportabile, con o senza movimento.

Quali sono le cause dell'ernia del disco?

L'ernia del disco è il risultato di una graduale usura delle strutture della colonna vertebrale, dovuta all'età e all'invecchiamento, tipica anche, ma non solo, di lavori e professioni pesanti. I dischi intervertebrali, con il tempo, perdono il loro contenuto acquoso e questo ne determina una minore resistenza e flessibilità. Ci sono poi della cause traumatiche o violente che possono determinare un'ernia, come attività sportive (sollevamento pesi), il trasporto di oggetti pesanti, scatti e torsioni eccessive, cadute sulla schiena.

Quali sono i sintomi dell'ernia del disco?

L'ernia del disco non è sempre necessariamente dolorosa. I sintomi variano a seconda dell'età e del punto in cui si è formata l'ernia. In generale includono:

  • Dolore, spesso molto intenso e tale da non permettere nessun movimento o sforzo. Può verificarsi a carico delle gambe o delle braccia a seconda del punto di rottura del disco, rispettivamente nella parte finale della colonna (lombare) o iniziale (cervicale).
  • Intorpidimento e formicolìo, caratterizzati da una sensazione di risposta debole o assente degli arti o di un fastidio.
  • Debolezza, che determina difficoltà a muoversi o ad afferrare oggetti.
  • In alcuni casi l'infiammazione dei nervi, generalmente nella parte lombare della schiena, può interferire con il funzionamento della vescica o intestinale.

Come prevenire l'ernia del disco?

La prevenzione dell'ernia del disco si attua attraverso uno stile di vita sano che comprende esercizio fisico moderato e regolare, il mantenimento di un peso normale e un'alimentazione senza troppi grassi. È ovviamente necessario evitare sport usuranti o sforzi eccessivi, come quando si sollevano o trasportano pesi. Una buona postura è utile a prevenire alterazioni della colonna vertebrale che possono portare all'ernia.

Diagnosi 

Per la diagnosi di ernia del disco è generalmente sufficiente un'accurata visita dell’ortopedico. Tuttavia, in alcuni casi, può essere necessario ricorrere ad altri esami, quali:

  • Radiografie, quando si vuole escludere la presenza di altre patologie;
  • TAC, per una valutazione complessiva della struttura;
  • Risonanza magnetica (RM), che permette di valutare la posizione dell'ernia e il suo contatto con i nervi.
  • Possono essere necessari anche studi specifici come il test della conduzione nervosa o elettromiografia, che misurano la qualità e quantità degli impulsi nervosi.

Trattamenti 

Il trattamento dell'ernia del disco dipende da molti fattori. Inizialmente si tende a intervenire in maniera meno invasiva, con farmaci adatti, in attesa di una possibile stabilizzazione della condizione dolorosa. In caso contrario potrebbe essere necessario prendere in considerazione l'intervento chirurgico.
La terapia può, quindi, includere:

  • Antidolorifici, tra i quali Fans, narcotici od oppioidi, che alleviano il dolore connesso all'ernia del disco, ma il cui uso, come per tutti i farmaci, non può essere troppo prolungato e non è privo di effetti collaterali.
  • Farmaci mio-rilassanti o che inibiscono la sensazione dolorosa associata al danno ai nervi. Sono farmaci molto diversi tra di loro, adoperati di frequente nel trattamento dell'ernia del disco. Talvolta, vengono impiegati antidepressivi, per il loro effetto nei confronti della sintomatologia dolorosa.
  • Farmaci corticosteroidi, a base di cortisone con una potente azione antinfiammatoria a cui, tuttavia, si può far ricorso per periodi limitati.

Il trattamento dell'ernia del disco, in alcuni casi selezionati, può essere attuato anche attraverso altri metodi:

  • Fisioterapia, per controllare attraverso esercizi mirati e ripetuti nel tempo l'origine del dolore e tendere a stabilizzare l'ernia.
  • Ultrasuoni, che mediante il calore tentano di minimizzare gli effetti dolorosi dell'ernia.
  • Elettrostimolazione, che può dare qualche beneficio riducendo la sensazione dolorosa.
  • Talvolta può essere necessario ricorrere all'intervento chirurgico.