COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Edema polmonare

L'edema polmonare è una condizione causata da un eccesso di liquidi nei polmoni. Accumulandosi all'interno degli alveoli, le strutture in cui avvengono gli scambi di ossigeno tra l'aria e il sangue, i fluidi causano problemi respiratori.

Che cos'è l'edema polmonare?

L'accumulo di fluidi nei polmoni alla base dell'edema polmonare richiede un intervento immediato per evitare gravi complicazioni. Se non trattato può infatti portare all'aumento della pressione nell'arteria polmonare e, in alcuni casi, a una sofferenza del ventricolo destro del cuore. L'aumento di pressione si ripercuote sull'atrio destro e, di conseguenza, su diverse parti del corpo, portando a gonfiori addominali e a livello delle gambe, accumulo di liquidi intorno ai polmoni e congestione e gonfiori del fegato.

Quali sono le cause dell'edema polmonare?

Nella maggior parte dei casi l'edema polmonare è causato da problemi cardiaci, ad esempio malattie coronariche, cardiomiopatie, problemi alle valvole cardiache e ipertensione. I liquidi possono però accumularsi anche a causa di infezioni ai polmoni, malattie renali, inalazione di fumi chimici, farmaci, uno scampato annegamento e sindrome da stress respiratorio acuto. Le cause esatte dell'edema polmonare da alta quota – una forma che In genere colpisce al di sopra dei 2.400 metri di altitudine o chi pratica sport in quota senza prima essersi acclimatato – non sono note, ma sembra che si tratti di un problema associato all'aumento della pressione causato dalla costrizione dei capillari polmonari.

Quali sono i sintomi dell'edema polmonare?

L'edema polmonare improvviso si manifesta con respiro molto corto e difficoltà respiratorie che si aggravano sdraiandosi, un senso di soffocamento, rantoli o sibili, ansia e preoccupazione, sudorazione eccessiva, tosse (a volte con sangue), cute pallida, palpitazioni e, in alcuni casi, dolore al petto. L'edema polmonare cronico è invece caratterizzato da mancanza di respiro e difficoltà respiratorie mentre si pratica attività fisica, sibili, risvegli notturni per la mancanza di fiato, perdita dell'appetito, gambe e caviglie gonfie, stanchezza e, in caso di insufficienza cardiaca, un rapido aumento di peso. I sintomi dell'edema da alta quota sono mal di testa, insonnia, ritenzione idrica, tosse e fiato corto.

Come prevenire l'edema polmonare?

Spesso l'edema polmonare non è prevenibile, ma uno stile di vita mirato alla prevenzione delle malattie cardiovascolari aiuta anche a ridurne la probabilità. Per questo è importante tenere sotto controllo lo stress, la pressione sanguigna e i livelli di colesterolo, praticare un'attività fisica regolare, mantenere un peso salutare, seguire un'alimentazione ricca di frutta fresca, verdure e latticini a basso contenuto di grassi, limitare il consumo di sale e di alcol e non fumare.

Diagnosi

La diagnosi di edema polmonare richiede una visita medica e una radiografia al torace.
È possibile che vengano valutati i livelli di ossigeno e di anidride carbonica nel sangue e la concentrazione di peptide natriuretico di tipo B, che può indicare la presenza di problemi cardiaci.

Altri possibili esami sono:

  • test per la funzionalità renale
  • esami del sangue
  • esami per escludere la possibilità di infarto
  • elettrocardiogramma
  • ecocardiogramma
  • ecocardiogramma transesofageo
  • cateterismo dell'arteria polmonare
  • cateterismo cardiaco

Trattamenti

Il trattamento immediato dell'edema polmonare prevede la somministrazione di ossigeno. In alcuni casi può essere necessaria la ventilazione assistita.
A seconda della situazione è possibile che vengano somministrati:

  • farmaci per la riduzione del precarico
  • morfina per ridurre l'ansia e l'affanno respiratorio
  • farmaci per la riduzione del postcarico
  • antipertensivi