COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Ebola

L'ebola è una malattia è stata scoperta nel 1976 nella Repubblica Domenicana del Congo e nel Sudan, è un virus a trasmissione diretta attraverso i fluidi corporei.

Che cos'è il virus dell'ebola?

Si tratta di un virus a RNA, che colpisce principalmente l'uomo e i primati, ma ne sono portatori anche i pipistrelli da frutta. Il virus dell'ebola causa una malattia conosciuta come febbre emorragica e si trasmette attraverso fluidi corporei con un tempo di incubazione che varia tra i 2 e i 21 giorni.

La mortalità è molto elevata nel caso in cui la patologia non venga curata immediatamente, infatti si calcola una percentuale di decessi del 50-90%.

L'unico metodo per verificare la contrazione della malattia è attraverso le analisi del sangue.

Quali sono le cause dell'ebola?

Le cause che portano allo sviluppo della malattia sono date dalla trasmissione del virus stesso.

Si può contrarre l'ebola attraverso contatto diretto con malati che stiano già presentando i classici sintomi della malattia. La trasmissione avviene con il contatto diretto di mucose o ferite con i liquidi corporei (sangue, saliva, urine, feci, sperma) di chi è malato.

Quali sono i sintomi dell'ebola?

I sintomi principali che identificano un'infezione da ebola sono:

Come si previene l'ebola?

In caso di contatto diretto con un malato è necessario utilizzare strumenti di protezione personale, come i guanti, e lavarsi frequentemente le mani.

Inoltre è bene non toccare carne cruda di animali che possono essere infetti (principalmente pipistrelli della frutta e ominidi) e cuocerla prima di consumarla.