COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Diabete insipido

Il diabete insipido è una rara malattia metabolica provocata da una mancata o insufficiente secrezione o da una ridotta sensibilità dei reni all'azione dell'ormone antidiuretico (vasopressina). La vasopressina è un ormone che agisce a livello renale stimolando il riassorbimento dell'acqua e bilanciando il meccanismo della diuresi, quando questo equilibrio risulta alterato la conseguenza è la produzione di grandi quantità di urine (poliuria) a cui l'organismo risponde aumentando la sensazione di sete e quindi la richiesta di liquidi (polidipsia).

Che cos'è il diabete insipido?

Le urine nel diabete insipido risultano molto abbondanti e diluite, l'aggettivo "insipido" differenzia questo tipo di diabete dalla forma più comune di diabete, quello mellito, in cui le urine per la presenza di glucosio in eccesso appaiono "dolci" (da cui, appunto, il termine "mellito").

Quali sono le cause del diabete insipido?

Il diabete insipido può essere provocato da una mancata o insufficiente secrezione dell'ormone antidiuretico (vasopressina o Adh) da parte dell'ipotalamo e dell'ipofisi posteriore o da una ridotta sensibilità dei reni all'azione di questo stesso ormone. Nel primo caso si parla di diabete insipido centrale, Adh-sensibile o neurogenico, mentre nel secondo caso si parla di diabete insipido nefrogenico o Adh-insensibile (perché non può essere trattato con la somministrazione di vasopressina). Rispetto alla forma neurogenica, il diabete insipido nefrogenico è più raro.

All'origine di entrambe le forme possono esserci cause congenite o acquisite. Nel caso del diabete insipido centrale si possono avere forme dovute a rare malattie genetiche o a malformazioni congenite a livello ipotalamico, e forme acquisite dovute, perlopiù, a traumi o a interventi chirurgici riguardanti la regione ipotalamo-ipofisaria. Nel 30-40% dei casi, però, la causa rimane sconosciuta.

Nel diabete insipido nefrogenico la forma congenita è causata da mutazioni di uno specifico gene. La forma acquisita è spesso conseguenza di malattie renali croniche, di condizioni come il deficit cronico di potassio (ipopotasseimia) o di un'eccessiva presenza di calcio (ipercalcemia).

Quali sono i sintomi del diabete insipido?

I sintomi più comuni sono: 

  • la poliuria (eccessiva produzione di urine, che possono superare i 10 litri al giorno)
  • una sete abnorme (si arrivano a introdurre fino a 10-15 litri di liquidi al giorno)

Come prevenire il diabete insipido?

Contro l'insorgenza del diabete insipido sono poche le strategie attuabili. Alcuni consigli possono però essere dati a chi soffre di questa condizione:

  • prevenire la disidratazione, in ogni circostanza e momento della giornata
  • avere sempre con sé i farmaci idonei
  • indossare un braccialetto medico o portare una scheda nel portafoglio per istruire i soccorritori sul da farsi nel caso non si sia in grado di comunicare