COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Dermatite Seborroica


La dermatite seborroica è una condizione comune di infiammazione cronica della cute che interessa prevalentemente il cuoio capelluto e il volto. La dermatite seborroica ha generalmente un andamento cronico-recidivante, con riacutizzazioni che spesso si verificano durante il passaggio da una stagione all’altra. Tale dermatite si manifesta con un’infiammazione intensa della pelle accompagnata da intensa desquamazione.

Che cos’è la dermatite seborroica?

La dermatite seborroica è una forma di dermatite molto comune caratterizzata da infiammazione della cute e diversi gradi di desquamazione.

Le forme lievi si manifestano tipicamente come squame non adese del cuoio capelluto (forfora), mentre nei casi più severi possono essere presenti placche eritematose ricoperte da squame untuose giallastre.

Oltre al cuoio capelluto e al volto, vengono spesso colpite tutte le aree ricche di ghiandole sebacee, quali le regioni sternale, interscapolare e meno frequentemente quella genitale. La dermatite seborroica non è contagiosa, si manifesta tendenzialmente intorno agli anni della pubertà (escluse le forme neonatali e infantili) e interessa in particolar modo il sesso maschile.

Quali sono le cause della dermatite seborroica?

Non esiste una causa nota della dermatite seborroica. A provocare la desquamazione può essere una proliferazione eccessiva dei lieviti del genere Malassezia: abitualmente presenti sulla cute, in determinati individui predisposti possono rappresentare la causa scatenante dell’infiammazione.

Fattori che possono provocare una riacutizzazione della dermatite seborroica sono: squilibri ormonali, che si verificano in particolare durante il passaggio da una stagione all’altra, lo stress psicofisico, la predisposizione genetica.

Quali sono i sintomi della dermatite seborroica?

I sintomi tipici della dermatite seborroica sono la formazione e il distacco dalla cute di squame di colore bianco-giallastro che, se compaiono nella zona del cuoio capelluto, volgarmente definite forfora. Questa manifestazione è accompagnata solitamente da irritazione della pelle, prurito e secchezza intensa.

Come prevenire la dermatite seborroica?

Non esistono misure specifiche per evitare la comparsa della dermatite nelle sue diverse sedi. Si tratta peraltro di una malattia ad andamento cronico che, nei soggetti predisposti, ha la tendenza a ripresentarsi o acutizzarsi nei mesi autunnali e invernali e in generale nei momenti di stress. Si raccomanda di evitare bagni e lavaggi troppo frequenti, perché la pulizia eccessiva e l’uso di saponi o shampoo aggressivi finisce per impoverire la pelle degli strati esterni che la proteggono. Occorre anche evitare il grattamento o il distacco manuale delle squame perché queste manovre provocano nuova infiammazione e nuova dermatite. Consigliato anche, con le dovute precauzioni ed evitando gli orari più caldi, esporsi ai raggi solari, che possono ridurre l’infiammazione e favorire il distacco delle squame.

Diagnosi

Per la diagnosi della dermatite seborroica generalmente è necessaria una visita dermatologica.

Trattamenti

Il trattamento della dermatite seborroica si realizza con prodotti che contrastano la riproduzione della Malassezia e la desquamazione. I prodotti più usati sono shampoo e creme a base di ketoconazolo o ciclopirox. Questi prodotti vanno utilizzati con maggiore frequenza quando la sintomatologia è particolarmente severa e dunque alternati nei periodi di remissione a shampoo delicati adeguati ai lavaggi frequenti.

Unità Operative