COME TI POSSIAMO AIUTARE?

centralino

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

PRENOTAZIONI PRIVATE

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online CLICCANDO QUI

INTERNATIONAL PATIENTS

+39 02 8224 7038

Working hours: Monday to Friday, 9 a.m. – 5 p.m. (Italian time)

cancer center
+39 02 8224 6280
Cardio Center
+39 02 8224 4330
centro obesità
+39 02 8224 6970
centro oculistico
+39 02 8224 2555
fertility center
+39 02 8224 4646
centro odontoiatrico
+39 02 8224 6868
Centro per le malattie infiammatorie croniche dell’intestino
+39 02 8224 8282
Lab Centro Diagnostico Privato
+39 02 8224 8224
Ortho center
+39 02 8224 8225

Vitamina Q (coenzima Q)

Che cos’è la vitamina Q

Vitamina Q è l’altro nome con cui viene identificato il coenzima Q, chiamato anche ubichinone. Si tratta di una molecola organica simile nella struttura alla vitamina K e alla vitamina E. La vitamina Q appartiene all’ordine delle vitamine liposolubili. Può essere immagazzinata dall’organismo – che la utilizza quando ce n’è la necessità – e dunque non deve essere assimilata con continuità.

 

A che cosa serve la vitamina Q?

La vitamina Q, o coenzima Q, svolge un importante ruolo antiossidante e contribuisce a trasferire l’energia dalle cellule. La sua importanza è tale da essere molto presente nelle cellule di organi importanti dell’organismo umano, come il cuore, il fegato, il pancreas e i reni.

La vitamina Q assicura anche elasticità alla pelle e fornisce forza all’organismo contrastando la stanchezza.

 

In quali alimenti è presente la vitamina Q?

La vitamina Q, o coenzima Q è presente nelle carni – soprattutto nel fegato – di pollo, manzo e maiale oltre che nei frutti di mare. Particolarmente ricchi di coenzima Q sono anche alcuni pesci come il tonno e il salmone, le sardine e gli sgombri.

La vitamina Q viene anche prodotta dal corpo, produzione che diminuisce costantemente con il passare del tempo e il trascorrere dell’età o a causa di patologie croniche come quelle cardiache, il diabete, il cancro e il morbo di Parkinson.

 

Qual è il fabbisogno giornaliero di vitamina Q?

Il fabbisogno giornaliero di vitamina Q, o coenzima Q, varia dai 100 ai 300 mg.

 

Carenza di vitamina Q

La carenza di vitamina Q, o coenzima Q, può comportare problemi di natura cardiovascolare. Spesso persone vittime di malattie cardiache denunciano una bassa concentrazione di vitamina Q. Altri effetti della carenza sono una stanchezza diffusa e problemi di natura respiratoria.

 

Eccesso di vitamina Q

Non si registrano problemi dovuti a un eccesso di vitamina Q: le dosi oltre la norma vengono di norma espulse dall’organismo attraverso le urine.

 

La vitamina Q in realtà si sostiene non sia una vera e propria vitamina. Per quale motivo?

Con il nome vitamina Q si indica il coenzima Q, che si differenzia dalle vitamine in senso stretto poiché, contrariamente a queste, viene sintetizzato dall’organismo a livello di cellule. La produzione di coenzima Q dipende dall’intervento di vari nutrienti essenziali tra i quali sono ricomprese le vitamine e altri coofattori.