COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Frangula

Che cos’è la frangula?

La corteccia della frangula contiene glicosidi antrachinonici, sostanze in grado di stimolare la peristalsi intestinale. Questi principi attivi vengono solitamente poco assorbiti nello stomaco e nell’intestino tenue, mentre si attivano nell’intestino crasso, dove vengono metabolizzati grazie alla capacità della flora batterica di trasformarli in antroni, responsabili della proprietà lassativa della pianta.

 

A cosa serve la frangula?

La frangula o frangola è il nome comune di Rhamnus frangula e di Rhamnus purshiana, specie di ramnacee la cui corteccia fornisce importanti principi che stimolano le funzioni intestinali (funzioni anti-stitichezza). Ha anche proprietà colagoghe (facilita la secrezione e il deflusso della bile attraverso la cistifellea, soprattutto stimolando la contrazione di quest’ultima). Ha anche proprietà protettive per la pelle nei confronti del sole e riepitelizzanti contro ustioni e scottature (sia solari che da freddo). Gli organi e i tessuti principalmente interessati all’azione di questa pianta sono cistifellea e vie biliari, fegato, intestino, intestino crasso, tessuto cutaneo.
Per la presenza di glucosidi antrachinonici le proprietà lassative della frangula dovrebbero essere sfruttate soltanto in casi particolari e saltuariamente per risolvere episodi acuti di stipsi. Viene impiegata anche per la preparazione a interventi chirurgici o ad accertamenti diagnostici (come la colonscopia).

 

Come si assume la frangula?

La Frangula si assume principalmente sotto forma di tisana lassativa e purgante, ma non infrequenti sono le preparazioni a base di estratto della pianta.

 

Effetti collaterali della frangula

In seguito all’assunzione di preparati a base di frangula possono comparire diarrea e dolori addominali. La sostanza vegetale fresca provoca vomito. Con l´invecchiamento della sostanza diminuiscono o scompaiono le proprietà irritanti che provocano dolori addominali, nausea e vomito.

 

Controindicazioni e avvertenze della frangula

L’assunzione della Frangula è controindicata in presenza di stati infiammatori dell’intestino e degli altri organi del bacino. È inoltre controindicata anche in gravidanza e durante l’allattamento. Interagisce o può risultare incompatibile con la contemporanea assunzione di sostanze alcaline.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici