COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Cascara

La Cascara – precisamente la corteccia della pianta – contiene gli antrachinoni, composti responsabili degli effetti lassativi. Diversi sono i meccanismi tramite cui gli antrachinoni favoriscono l’attività intestinale e l’evacuazione delle feci. Facilitano la contrazione della muscolatura del colon, aumentando così la peristalsi intestinale, e inoltre fanno aumentare la secrezione di acqua e sali da parte dell’intestino, rendendo le feci più voluminose e più morbide e quindi più facili da espellere. Solitamente l’effetto lassativo si manifesta dopo 6-12 ore dall’assunzione.

 

A cosa serve la Cascara?

La Cascara è nota per i suoi effetti lassativi. È utile quindi contro la stipsi occasionale. Non deve essere impiegata contro la stipsi cronica e in terapie prolungate, ma è bene utilizzarla per non più di due volte a settimana e per non oltre due settimane.

 

Come si assume la Cascara?

La cascara si somministra per bocca sotto forma di compresse e tisane.

 

Effetti collaterali della Cascara

Come tutti i preparati a base di antrachinoni l’utilizzo prolungato può portare ad assuefazione. L’intestino non funziona più in modo adeguato e la peristalsi si riduce moltissimo, portando all’impigrimento dell’intestino (condizione nota come “intestino pigro”).
Solitamente l’uso della Cascara risulta ben tollerato; tuttavia in caso di sovradosaggio o sensibilità individuale possono manifestarsi forti dolori addominali e diarrea, con conseguente perdita di liquidi e sali minerali accompagnati dalla comparsa di altri disturbi legati a questa condizione (stanchezza, crampi muscolari, confusione mentale, debolezza).

 

Controindicazioni e avvertenze della Cascara

È bene non somministrare questo rimedio fitoterapico ai bambini e alle donne in gravidanza e in allattamento. È controindicata anche nei soggetti che soffrono di disturbi gastrointestinali diversi dalla stitichezza occasionale (colite, intestino irritabile, occlusione intestinale). Particolare attenzione deve essere prestata anche in soggetti con malattie epatiche, renali o cardiache.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici