COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Ranitidina

A cosa serve la ranitidina?

La ranitidina è utilizzata nel trattamento dell'ulcera, del reflusso gastroesofageo e delle condizioni in cui lo stomaco produce quantità eccessive di acidi, come la sindrome di Zollinger-Ellison.
Può inoltre essere utilizzata per i bruciori di stomaco associati, ad esempio, all'acidità di stomaco e, a volte, per trattare emorragie del primo tratto dell'apparato digerente e prevenire alcuni tipi di ulcera, i danni allo stomaco associati all'assunzione di Fans e l'inalazione degli acidi gastrici durante l'anestesia.

Come funziona la ranitidina?

La ranitidina è un farmaco H2 antagonista. Agisce riduendo la quantità di acido prodotto dallo stomaco.

Come si assume la ranitidina?

In genere la ranitidina si assume una o due volte al giorno, per via orale, sotto forma di compresse, compresse effervescenti, granulato effervescente o sciroppo.
Per prevenire la comparsa dei bruciori può essere assunta 30-60 minuti prima di mangiare (o bere) il cibo (o la bevanda) che li scatena.

Effetti collaterali della ranitidina

Fra i possibili effetti collaterali della ranitidina sono inclusi:

È importante avvisare il medico nel caso in cui questi sintomi fossero severi o persistenti.

Controindicazioni e avvertenze della ranitidina

La ranitidina non deve essere assunta per più di due giorni senza che sia il medico a prescriverlo. Se i sintomi durano per più di due settimane è bene interrompere il trattamento e chiamare il medico.

Prima di assumerla è inoltre importante informare il medico:

  • di eventuali allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti o ad altri farmaci
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, ricordando di menzionare in particolare anticoagulanti e triazolam
  • se si soffre (o si ha sofferto) di porfiria, fenilchetonuria o malattie epatiche o renali
  • in caso di gravidanza o allattamento
Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici