COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Idrossido di magnesio

L'idrossido di magnesio è un farmaco che viene utilizzato sia nel trattamento dei sintomi legati all'iperacidità gastrica (e quindi in caso di ulcere, gastriti, reflusso gastroesofageo), sia in caso di stitichezza occasionale.

Come funziona l'idrossido di magnesio?

L'azione antiacida dell'idrossido di magnesio si basa sulla capacità di questa sostanza di tenere nei limiti fisiologici l'acidità del succo gastrico. Come lassativo agisce invece agevolando l'accumulo di acqua nell'intestino con conseguente maggiore idratazione alle feci, facilitando così l'evacuazione. Rispetto all'effetto antiacido, l'azione lassativa si ottiene mediante l'assunzione di dosi maggiori del farmaco.

Come si somministra l'idrossido di magnesio?

L'idrossido di magnesio viene assunto per via orale sotto forma di polvere per sospensione orale o polvere effervescente. Come antiacido dovrebbe essere assunto subito dopo i pasti, mentre in quanto lassativo è preferibile l'assunzione di prima mattina con abbondante acqua.
Sia in caso di acidità sia di stitichezza, è bene non ricorrere all'uso del prodotto per più di sette giorni consecutivi.

Effetti collaterali

Il principale effetto collaterale è la diarrea, con conseguente disidratazione, che può essere dovuta a un troppo prolungato uso del prodotto e/o a dosi eccessive.

Controindicazioni e avvertenze

Poiché l'assunzione di idrossido di magnesio come antiacido può comportare la riduzione dell'assorbimento di altri farmaci, in particolare gli antibiotici della famiglia delle tetracicline, e poiché l'effetto lassativo indotto da questa sostanza può inoltre accelerare il transito intestinale, riducendo l'assorbimento di altri principi attivi, è bene lasciar trascorrere non meno di due ore tra l'assunzione di altri farmaci e l'assunzione di idrossido di magnesio. In ogni caso, soprattutto in presenza di terapie concomitanti, è sempre bene chiedere il parere del medico prima di assumere questa sostanza.
La presenza di sodio potrebbe risultare pericolosa nei pazienti affetti da ipertensione e patologie renali.
L'assunzione di idrossido di magnesio non comporta alterazioni delle capacità percettive e reattive del paziente e per questo può essere assunto prima di utilizzare macchinari da lavoro o di mettersi alla guida di veicoli.
La somministrazione di idrossido di magnesio in gravidanza e allattamento deve avvenire solo in caso di necessità e sotto controllo medico.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici