COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Urochinasi

L'urochinasi è un agente trombolitico: agisce dissolvendo i coaguli nel sangue.

A cosa serve l'urochinasi?

L'urochinasi viene utilizzata per trattare la presenza di coaguli nel sangue a livello dei polmoni.

Come si assume l'urochinasi?

L'urochinasi viene somministrata in una struttura ospedaliera tramite un'iniezione endovena, lentamente, nell'arco di 12 ore continuative. Nel frattempo i parametri vitali (come respiro, pressione e ossigeno) vengono tenuti strettamente sotto controllo.

Effetti collaterali dell'urochinasi

Fra i possibili effetti collaterali dell'urochinasi sono inclusi:

  • gravi emorragie dopo interventi chirurgici, iniezioni o prelievi di sangue
  • emorragie interne, ad esempio a livello gastrointestinale, del cervello o dei muscoli

Per questo è importante contattare un medico in caso di comparsa di:

È inoltre bene rivolgersi a un medico in caso di:

  • sintomi di una reazione allergica, come orticaria, difficoltà respiratorie e gonfiori a volto, labbra, lingua o gola
  • dolore o senso di oppressione al petto che si estendono alle spalle, nausea, sudorazione, sensazione di malessere
  • febbre, brividi, sintomi simil influenzali, dolore alla schiena o allo stomaco
  • gonfiori e rapido aumento di peso, difficoltà a urinare
  • arrossamenti delle dita
  • cianosi delle labbra, delle unghie e problemi respiratori
  • forte aumento della pressione

Controindicazioni e avvertenze associate all'uso di urochinasi

L'urochinasi non deve essere assunta in caso di:

  • allergia al principio attivo
  • aneurisma
  • emofilia o altri disturbi della coagulazione
  • emorragie interne
  • ipertensione
  • recenti ictus, interventi di chirurgia spinale o di rianimazione cardiopolmonare
  • tumori al cervello.

È inoltre importante informare il medico in caso di:

  • coaguli a livello cardiaco
  • endocardite batterica
  • gravi malattie epatiche o renali
  • gravidanza, allattamento o parto nei 10 giorni precedenti
  • interventi chirurgici o trapianti nei 10 giorni precedenti
  • problemi oculistici associati al diabete
  • recenti emorragie gastrointestinali.
Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici