COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Neuro Center
02 8224 8201
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555
Centro Diagnostico Privato
02 8224 2100

Nimodipina

La Nimodipina viene utilizzata principalmente per contrastare i problemi causati dalla mancanza di ossigeno associata a un'emorragia cerebrale.

Che cos'è la Nimodipina?

La Nimodipina è un calcio antagonista. Il suo esatto meccansimo di funzionamento non è noto.

Come si assume la Nimodipina?

La Nimodipina deve essere assunta solamente per via orale. Un'eventuale iniezione può scatenare reazioni molto pericolose che possono rivelarsi fatali.
L'assunzione deve avvenire a stomaco vuoto, almeno 1 ora prima o 2 ore dopo aver mangiato.

Effetti collaterali della Nimodipina

La Nimodipina può causare perdite permanenti dell'udito, danni ai nervi e gravi problemi renali. Inoltre può esercitare un forte effetto miorilassante che può progredire in paralisi e problemi respiratori.

Fra gli altri suoi possibili effetti avversi sono inclusi:

È importante contattare subito un medico nel caso in cui l'uso della morfina scateni:

Avvertenze

La Nimodipina non deve essere assunta in caso di trattamento in corso con claritromicina, delavirdina, indinavir, itraconazolo, ketoconazolo, nefazodone, nelfinavir, ritonavir, saquinavir, telitromicina o voriconazolo. Inoltre durante il trattamento con nimodipina è bene evitare di mangiare pompelmo o di bere il suo succo.

Il trattamento può compromettere le capacità di guidare o di manovrare macchinari pericolosi; questo effetto può essere aggravato dall'alcol o da alcuni medicinali. Inoltre alcolici, temperature elevate e attività fisica possono peggiorare le sensazioni di capogiro e svenimento che possono essere associate all'assunzione di Nimodipina, soprattutto al mattino quando ci si alza dal letto.

Prima di iniziare ad assumere Nimodipina è importante informare il medico:

  • di eventuali allergie al principio attivo, ai suoi eccipienti, ad altri farmaci o a qualsiasi alimento
  • dei medicinali, dei fitoterapici e degli integratori assunti, in particolare medicinali contro il reflusso gastroesofageo, l'ansia, la depressione o altri disturbi dell'umore, la pillola anticoncezionale, antitumorali, antidiabetici, farmaci contro la disfunzione erettile, l'epatite C, la pressione alta, l'HIV, medicinali che sopprimono il sistema immunitario, farmaci contro infezioni, infiammazioni, problemi cardiaci, bassi livelli di sodio nel sangue, nausea o vomito, ipertensione polmonare, convulsioni e insonnia, multivitaminici, echinacea e iperico
  • se si soffre (o si ha sofferto) di problemi epatici o cardici, pressione bassa o ritenzione idrica
  • se si ha mai avuto un infarto
  • in caso di gravidanza o di allattamento al seno

È bene, inoltre, informare medici, chirurghi e dentisti di un trattamento con Nimodipina in corso.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici