COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 8224 1

Se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci telefonicamente

Prenotazioni Private
+39 02 8224 8224

Prenota una visita in privato o con assicurazione telefonicamente, oppure direttamente online

Centri

IBD Center
0282248282
Dipartimento di Gastroenterologia
02 8224 8224
Ortho Center
02 8224 8225
Cancer Center
02 8224 6280
Fertility Center
02 8224 4646
Centro Odontoiatrico
0282246868
Cardio Center
02 8224 4330
Centro Obesità
02 8224 6970
Centro Oculistico
02 8224 2555

Irudina

L'Irudina viene utilizzata principalmente nei casi di trombosi venosa.

Come funziona l'Irudina?

L'Irudina è una sostanza di natura proteica prodotta dalle ghiandole perifaringee della sanguisuga Hirudo medicinalis, di cui costituisce il principio attivo anticoagulante (in grado cioè di fluidificare il sangue, e quindi di prevenire la formazione di coaguli sanguigni rallentando o prevenendo il processo di coagulazione del sangue) per la sua capacità di inibire la trombina (enzima che catalizza la trasformazione idrolitica del fibrinogeno in fibrina durante la coagulazione del sangue).

Come si assume l'Irudina?

Analogamente all'eparina, l'Irudina viene somministrata tramite endovena o con iniezione sottocutanea in prossimità del tessuto adiposo addominale. Non viene iniettata per via intramuscolare perché in zone vascolarizzate causa frequentemente ematomi.

Effetti collaterali dell'Irudina

L'effetto collaterale più noto dovuto all'utilizzo dell'Irudina, soprattutto se effettuato a dosi elevate, consiste nell'aumento della predisposizione a sviluppare emorragie, anche severe; possono inoltre verificarsi ematomi, più o meno diffusi, e epistassi.

Controindicazioni e avvertenze

Controindicazioni all'utilizzo dell'Irudina sussistono in caso di sindromi emorragiche in atto e in caso di ipersensibilità al principio attivo. È bene prestare attenzione all'assunzione di questo farmaco durante il periodo mestruale, in presenza di malattie epatiche, intestinali e gastriche, in caso di ipertensione, disturbi della coagulazione e malattie del sangue. È bene fare attenzione all'utilizzo dell'Irudina in coassunzione con altri farmaci e/o integratori fluidificanti il sangue (come aspirina o estratti di ginko biloba, ad esempio) che possono potenziare l'azione dell'Irudina e aumentare di conseguenza il rischio di emorragie.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 800 medici